Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

giovedì, febbraio 20, 2020

Arabia Saudita, verso la Saudi Cup: Forfait Way To Paris! Ecco le motivazioni. Arrivati gli americani e giapponesi, Frankie Dettori intervistato

Nella foto, una panoramica dell'ippodromo di Riyadh.
Cambio di programma sulla strada verso Riyadh per Andrea Marcialis e Way To Paris (Champs Elysees) che dopo l'ultima rifinitura ha deciso di bypassare l'evento di sabato prossimo in Arabia Saudita.
La motivazione risiede nel fatto che l'impegno, con annesso viaggio, sarebbe stato troppo duro per il grigio di Paolo Ferrario in una corsa di per se molto difficoltosa contro avversari tutt'altro che modesti.
Il 7 anni ora dunque punterà ad obiettivi "domestici" come quelli già sostenuti l'anno scorso, quando riuscì a migliorare ancora se stesso e concludendo il 2019 a 6 anni con la vittoria nel Prix Maurice de Nieuil G2 ed i secondi posti nel Prix Vicomtesse Vigier G2, nel Prix Foy G2 e Prix de Barbeville G3. Il primo passo potrebbe essere il Prix Bering di fine Febbraio. 
Figlio di Champs Elysees (Danehill) e Grey Way (Cozzene), il cavallo allevato da Franca Vittadini, fratellastro di Distant Way (Distant View) verrà riproposto in Aprile a ParisLongchamp, ma si parla anche di un summit milanese per il Gran Premio di Milano G2 in Giugno a San Siro.
Dunque al via del Longines Turf Handicap da $2,5 milioni sui 3000 metri, in attesa dei campi partenti ufficiali, resteranno una dozzina abbondante capitanati da Cross Counter (Cape Cross), mentre tra gli altri ci sono Call The Wind, Prince Of Arran, Called to The Bar, Dee Ex Bee, Downdraft, Twilight Payment, Weekender, Kings Advice, Mekong, Raymond Tusk etc. 
Intanto si va sempre più completando lo schieramento ed i campi partenti della giornata in Arabia Saudita al King Abdulaziz Racecourse. 
Quote in antepost della Saudi Cup
Nelle ultime ore, come testimoniano le immagini qui sotto, sono arrivati dagli USA i cavalli americani che parteciperanno alla prova da $20 milioni tra cui il favorito Maximum Security (New Year's Day) poi il vincitore della Pegasus World Cup Mucho Gusto (Mucho Macho Man), Midnight Bisou (Midnight Lute) e McKinzie (Street Sense) che hanno toccato terra proprio nelle ultime ore. Si stima che complessivamente i cavalli citati abbiano vinto una corsa come $17 milioni in somme vinte. 
Dal Giappone hanno preso possesso del loro box anche Chrysoberyl (Gold Allure) e altri candidati, come testimoniato dal video del canale ufficiale della manifestazione su Twitter. Qui di fianco le quote in antepost.
Nel frattempo Frankie Dettori ha parlato a Racing Tv raccontando di come sia “super excited” di montare Gronkowski (Lonhro) per il quale è stato ingaggiato sia in vista della Saudi Cup ma anche in ottica Dubai World Cup, nella quale è arrivato secondo lo scorso anno alle spalle di Thunder Snow che ora è già impegnato nella carriera di stallone in Giappone. 
Frankie ha spiegato: “Sono entusiasta di montarlo per due ragioni. La prima è che stando a Dubai non dovrà fare un viaggio lunghissimo, e secondo motivo è perchè penso si trovi perfettamente a suo agio su questo tracciato con una dirittura lunga, che lui gradisce. Penso sia il migliore tracciato in sabbia al mondo  nel quale abbia mai montato in tutta la mia vita. Spero di fare bene".
Seguendo il link https://www.thesaudicup.com/ troverete in prima pagina, scorrendo in fondo, i potenziali campi partenti della giornata e delle corse del convegno.



Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata