Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

mercoledì, febbraio 05, 2020

Frankie Dettori sarà attore del suo docu-film autobiografico. Le riprese sono iniziate..

Frankie goes to Hollywood
Il Racing Post ha pubblicato un articolo proprio ieri nel quale si racconta come Frankie Dettori sarà il protagonista di un film documentario sulla sua vita.
Ad annunciarlo, oltre al quotidiano inglese, anche il suo storico manager Peter Burrell che collabora con lui da tantissimi anni.
Il film sarà prodotto da Nick Ryle che nel 2015 è stato responsabile dell'acclamatissimo Being AP, un film che ha raccontato la storia del leggendario AP McCoy, appunto, di cui il trailer più sotto. Le riprese sono iniziate in occasione dell’Arc de Triomphe 2019, ma si andrà avanti ancora per un totale di 35 giornate complessive fino ad arrivare all'edizione dell'Arc 2020 dove Frankie cercherà nuovamente di condurre Enable all'atteso tris nella corsa parigina, summit fallito nel 2019 con un secondo posto. Il prossimo anno sarà ancora più difficile, peraltro.
Ancora incertezza su quale sarà la destinazione del prodotto finale del Documentario, che si chiamerà semplicemente "Frankie". Ancora non chiaro se sarà un film vero e proprio con la durata di 90 minuti, oppure una mini-serie “extended” di quattro puntate da 60 minuti ognuna. Nel frattempo Dettori e Burrell saranno a teatro domenica prossima a Bolton e lunedì a Brighton, con il manager che intervisterà il fantino in uno spettacolo chiamato “Una serata con Frankie Dettori”.
Burrell ha dichiarato: "Siamo entusiasti che il budget di produzione sia stato concordato e acceso in verde. Speriamo che sia un film di cui le corse possano essere orgogliose. Mostrerà gli alti e bassi della carriera di Frankie, senza lasciare nulla di intentato. Lui è davvero molto bravo ".
Burrell sta anche cercando di assicurarsi un nuovo accordo di sponsorizzazione per Dettori, la cui partnership quadriennale con Ladbrokes si concluderà alla fine del mese: "È stato un vero piacere lavorare per Ladbrokes ed essere coinvolti con tutto il loro staff ed eventi", ha aggiunto Burrell, che ha intenzione di esaminare le opportunità sia all'interno che all'esterno delle corse, senza necessariamente coinvolgere società di bookmakers.
 

1 commento:

  1. possano essere orgogliose. Mostrerà gli alti e bassi della carriera di Frankie, senza lasciare nulla di intentato. Lui è davvero molto bravo

    RispondiElimina

Commenta qui

Ricerca personalizzata