Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

mercoledì, febbraio 12, 2020

Politica: A Giuseppe L'Abbate la delega all'ippica. Ecco chi è e le sue parole

Giuseppe L'Abbate, delega all'ippica
C'è voluto un pò di tempo, curiosamente, ma alla fine la tanto sospirata delega all'ippica è arrivata ed è stata consegnata al sottosegretario al Mipaaf Giuseppe L'Abbate. 
Con un decreto già firmato e in corso di registrazione, il ministro alle Politiche agricole e forestali, Teresa Bellanova, ha delegato al sottosegretario di Stato Giuseppe L'Abbate (M5S) numerose deleghe. Tra esse, lo "sviluppo del settore ippico e delle attività connesse all'organizzazione dei giocni e delle scommesse delle corse dei cavalli di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 aprile 1998, numero 169".
L'ITER - Il decreto sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, previa registrazione della Corte dei conti.
L'Abbate è nato a Castellana Grotte (Bari) il 13 marzo del 1985 e da tempo, in seno al Mipaaf, si occupa di ippica e delle sue problematiche.
In Novembre era stato intervistato da Unire Tv dopo il taglio del nastro di Fieracavalli a Verona: "Sono appassionato di ippica e quindi conosco l'ambiente e le problematiche. Credo ci sia spazio per il rilancio, i nostri cavalli vincono in tutto il mondo e anche questo mi fa essere fiducioso per il miglioramento della situazione. Senza creare aspettative troppo alte, il nostro impegno sarà massimo, per un settore che ha bisogno di una visione di futuro. A breve convocheremo un tavolo con le categorie, sperando che si aggreghino, in modo di avere rappresentanti che realmente rappresentino qualcuno".
L'Abbate, in un post sulla sua pagina Facebook, quindi scrisse: "Dove hanno fallito tutti, dobbiamo lavorare a testa bassa, con umiltà e speranza, per rilanciare l'ippica italiana. Basta guardare agli altri Paesi dell'Unione europea per capire che c'è attrazione verso il mondo ippico. I nostri cavalli, poi, riscuotono successi e si impongono nello scenario internazionale. Ci sono tutte le premesse per fare bene ma sono necessarie riforme drastiche, serie ed efficaci sia della governance sia delle scommesse a sostegno del settore. Rimango in attesa della distribuzione delle deleghe da parte della ministra Bellanova ma metterò tutto il mio impegno per risollevare il settore".

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata