STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 7 maggio 2014

Verso un Presidente della Repubblica GBI Racing autarchico..ecco le ultime dal Dubai Day a Capannelle

Due domeniche per sperare. Nel senso sportivo e nel senso istituzionale. Domenica 11 Maggio si corre il Premio Presidente della Repubblica G1 - GBI Racing che, molto probabilmente, sarà frequentato da soli cavalli italiani senza partecipazioni estere. Una sorta di dramma sportivo perchè il rischio declassamento, aggiunto a quello in generale delle corse italiane, è evidente. E allora, ai 17 rimasti del Repubblica chiediamo: Osate, viaggiate, andate VOI all'estero per prendere linee utili alle nostre corse. Comunque l'unico candidato ad essere supplementato è una vecchia conoscenza delle nostre corse quale Feuerblitz (Big Shuffle), ma entro giovedì mattina dovrà dare conferma. Al netto del cavallo di Figge, ecco i rimasti: Biz The Nurse, Demeteor, Frankenstein, Lodovico Il Moro, Mr Gotham, Occhio della Mente, Orpello, Pattaya, Porsenna, Refuse To Bobbin, Saint Bernard, Storming Loose, Summer Fall, Targaryen, Teixidor, Vedelago, Vola e Va (17) e molto probabilmente parteciperanno quasi tutti. Se la qualità latita, tutto può accadere anche se Biz The Nurse sembra ancora il cavallo superiore a tutti. In giornata anche il Premio Emirates Airline ed il Tadolina Mem Patrizio Galli insieme ad una serie di interessanti Handicap Principali.
Intanto domenica si rinnova il connubio con gli emirati arabi uniti, c'è il Dubai Day e.....
tutta la giornata sarà sponsorizzata dal gruppo emiro. Ci sono anche due corse per purosangue arabi il cui montepremi (circa €50,000) è stato interamente finanziato da sponsor. 
Domenica 18 è invece tempo di Derby Italiano G2 sui 2200 metri in pista grande. Dei 32 sopravvissuti al recente forfait, sono rimasti 4 stranieri: Cabral e Diaghan sono allenati in Francia rispettivamente da Cristophe Ferland e per Mikel Delzangles, quest'ultimo per l'Aga Khan, Good Tradition invece è allenato da Dermot Weld in Irlanda mentre Oil of England in Germania da Michael Figge, già vincitore di Derby Italiano. Oltre a loro c'è anche Dark Sea, un mezzo fratello del Derbywinner De Sica, proprietà Nuova Sbarra e training di Alessandro Botti. Insomma la famiglia Scarpellini ci proverà a conquistare una corsa spesso sfuggita di poco. Ecco gli iscritti rimasti: Alegro, Autre Qualite, Bertinoro, Big Bradon, Cabral, Cielo Rojo, Collateral Risk, Dark Sea, Diaghan, Dokker, Dress Drive, Dylan Mouth, Fanoulpifer, Good Tradition, Grey Greezly, Gulfstream Kitten, Hoovergetthekeys, Lexington Bay, Mr Benson, Nayef Dancer, Oil of England, Ratmansky, Salford Secret, Shambold, Silver Chef, Slowpoke, Sopran Nicolò, Steaming Kitten, Svatantra, Tab Bien, Thrissur, Work Hard.

8 commenti:

  1. Certo è desolante vedere che gli stranieri snobbino un nostro Gr.1, speriamo almeno in Feuerblitz che sarebbe un pessimo cliente per il nostro Biz il quale, altrimenti, non dovrebbe faticare troppo con quegli avversari. Meno male che nel derby qualche straniero c'è, anche se sono ancora possibili ritiri. Sai darci, Gabriele, qualche notizia sulla loro caratura e prestazioni. Grazie

    RispondiElimina
  2. Giuseppe Santarelli7 maggio 2014 15:38

    Caro Candi,
    è pleonastico scrivere che il Presidente sarà autarchico. Tutte le corse di gruppo, salve rarissime eccezioni, vedranno protagonisti i soli cavalli italiani e, se non rispetteremo le richieste del Comitato Patterm, non avranno più neppure l'etichetta relativa.
    Sto notando intanto che il team Botti sta vincendo 4/5 delle corse per due anni: e il trend sarà sempre più vistoso con il passare dei mesi.
    Un bravo ai Botti, ma..... Saluti cordiali. Giuseppe Santarel



    RispondiElimina
  3. Giuseppe Santarelli7 maggio 2014 15:43

    Caro anonimo,
    perché gli stranieri dovrebbero venire in Italia se non sanno se e quando prenderanno i soldi delle eventuali vincite?
    E per venire a correre fra iscrizioni, partenti, viaggio cavalli e uomini ci sono dei costi.
    Mi sembra tuttavia che nessuno si strappi le vesti: tutto sommato - dicono larga parte di proprietari, allevatori, allenatori e fantini - la torta ci si divide in casa, anche se ci sono sempre i Botti a mangiare (perché bravi) il più lauto boccone....
    Saluti. GS


    RispondiElimina
  4. che tristezza,il replay della corsa dell'Arno + Biz.

    RispondiElimina
  5. Sempre peggio.....ormai in italia la differenza tra una condizionata e un gruppo 1 diventa talmente minima.....inevitabile e anche giusto un declassamento totale.
    Franco

    RispondiElimina
  6. E' auspicabile il declassamento delle nostre corse..... suona tanto come la passata retrocessione in serie B di una nota squadra calcistica che vinceva tutto "facile" solamente in Italia

    RispondiElimina
  7. anonimo sei stato su marte gli ultimi 3 anni? la nota squadra è come i botti in italia vince ancora "tutto facile"..ci lamentiamo che poi le cose vanno male,in tutti i settori..quando si leggono certi commenti si capisce anche il perché!!
    rotsh

    RispondiElimina
  8. Caro Rotsh, "certi commenti" non bisogna soltanto leggerli....ma comprenderne anche il contenuto....considerato che la pensiamo allo stesso modo.!!! Con stima

    RispondiElimina

Commenta qui