STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 26 maggio 2014

Tokyo: Nuovo Record batte Harp Star in un finale intenso del Yushun Himba (Oaks Giapponesi). Obiettivo Arc immutato..

In Giappone, a Tokyo, sono andate in scena le Yushun Himba (Oaks Giapponesi) G1 da ¥224,760,000 sui 2400 metri ed il risultato è stato sorprendente. A vincere è stata Nuovo Record (Heart's Cry), stavolta riuscita a resistere ai soliti affondi di Harp Star (Deep Impact) subita due volte nel Tulip Sho G3 e nelle Oka Sho (1000 Ghinee Giapponese). A far la differenza questa volta un percorso pulito per la figlia di Heart's Cry (Sunday Silence) montata da Yasunari Iwata sempre per corsie interne utilizzando un minimo di cervello in uno schema deciso a tavolino con il trainer Makoto Saito, ed allo stesso tempo tattica ancora una volta suicida di Harp Star che stavolta non è riuscita nell'impresa. La figlia di Deep Impact (Sunday Silence) corre così: Ultima, stavolta si è messa penultima, e quando entra in retta spara una progressione ai limiti del sovraequino. Stavolta Yuga Kawada ha fatto harakiri, o meglio ha scherzato con il fuoco ed è rimasto bruciato perchè Harp Star è si finita fortissimo con una frazione di 600 metri in 33,6s contro i 34,2s della avversaria, con la solita valanga di lunghezze recuperate dall'esterno di tutti e partendo da casa di dio, in una corsa con neanche troppa andatura. Ma correre in questo modo, a volte può diventare proibitivo in un campo con 18 cavalle al via. Giudicate voi. IL VIDEO DEL YUSHUN HIMBA (JAPANESE OAKS) CLICCANDO QUI. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI.
Comunque, gli era riuscito nelle Ghinee, gli è andata male nelle Oaks, la seconda lega della triple tiara giapponese rimasta ad una incollatura dalla storia. Terza, all'interno, una coriacea Bounce Shasse (Zenno Rob Roy) in un tempo finale di 2m 25.80s, tempo peggiore negli ultimi 4 anni con frazioni di 12.4 - 10.6 - 12.2 - 12.8 - 12.7 - 12.7 - 12.8 - 12.5 -12.0 - 12.0 - 11.3 - 11.8, gli ultimi 800 in 47.1s, i 600 in 35.1 secondi. Paragonando i tempi lo scorso anno Meisho Mambo fece 2m 25,2s, nel 2012 Gentildonna 2m 23,6s ed Erin Court 2m 25,7s nel 2011.
Restano immutati i programmi della cavalla di Hiroyoshi Matsuda di puntare a Longchamp e dunque all'Arc de Triomphe G1, una corsa maledetta per i giapponesi. Yuga Kawada ha chiesto scusa per la sconfitta, Katsumi Yoshida (proprietario della U Carrot Farm) ha detto che hanno perso la battaglia e non la guerra rimandando l'appuntamento al Sapporo Kinen G2 del 24 Agosto con obiettivo Arc, mentre il suo allenatore ha filosofeggiato: "La cavalla ha corso alla grande, non è un problema di distanza e nemmeno di tattica perchè lei corre così e non snatureremo le sue attitudini. Tutti sanno che Harp Star è migliore di Nuovo Record, anche dopo questo risultato..". Contento lui, contenti tutti. Meno chi aveva giocato Harp Star, chiudendo gli occhi sulla monta eventuale di tale Yuga Kawada. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui