STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 30 maggio 2014

Sandown: Brown Panther convince nelle Henry II Stakes e punta ad Ascot, Sharestan rientra bene nelle Brigadier Gerard

Ieri a Sandown si sono disputati trials interessanti per tutti i segmenti di età. Brown Panther (Shirocco), recentemente in vista nelle Ormonde Stakes G3 di Chester, ha aggiunto un'altra vittoria di Gruppo nel suo palmares riportando le Henry II Stakes G3 del giovedì in serale sui 3200 metri. Il progressivo sei anni da Shirocco (Monsun), di proprietà di Michael Owen, ben supportato al betting è emerso nell'ultimo furlong per disporre bene di High Jinx (High Chaparral) con mezza lunghezza di margine con Richard Kingscote in sella. Brown Panther in pratica ha rifinito bene per poter ambire a fronteggiare altri stayer nella Gold Cup G1 del Royal Ascot, una tappa intermedia in vista di quello che potrebbe essere l'obiettivo primario e cioè il ritorno in Australia per la Melbourne Cup G1 di Novembre, una corsa dove è finito decente decimo lo scorso anno. IL VIDEO DELLE HENRY II STAKES QUI.
In programma, come da tradizione, c'erano anche le Brigadier Gerard Stakes G3 con soli 5 cavalli previsti e con relativi 2 ritiri rimasti in 3 al via ma un finale acceso nel quale è emerso Sharestan (Shamardal) riuscito a prevalere per un muso nei confronti di Sheikhzayedroad (Dubawi), con al terzo ad un paio di lunghezze Top Notch Tonto (Thousand Words) che provava ad allungare. Il vincitore, che aveva in sella Kieren Fallon secondo le ultime indicazioni Godolphin per quanto riguarda il fantino, è un sei anni che ama correre fresco tanto che ha sempre sbagliato poco al rientro. Per il cavallo dello Sceicco missione Hardwicke G2 ad Ascot oppure Eclipse Stakes G1 sempre a Sandown ad inizio Luglio. IL VIDEO DELLE BRIGADIER GERARD STAKES QUI.
Nella giornata protagonisti anche i più giovani: Tra i 2 anni delle National Stakes Listed sui 1000 metri, dominio Hannon che prosegue con la 5° vittoria in 8 anni in questa corsa. Tiggy Wiggy (Kodiac), Richard Hughes in sella, ha aggiunto un altro nome interessante per suo padre sempre più consistente sul tema della velocità e precocità come riproduttore, tanto che i suoi figli sono inavvicinabili alle aste. Comunque la femmina ha vinto pur senza strafare in un tempo abbastanza alto sul soft, battendo di 3 e mezza il favorito Cock Of The North (Cockney Rebel). Anche per la puledra obiettivo Royal Meeting e dunque Queen Mary Stakes G2. IL VIDEO DELLE NATIONAL STAKES QUI.
L'ultima corsa di livello del pomeriggio riguarda i 3 anni al via nelle Heron Stakes, Listed sul miglio. A vincere è stato Master Carpenter (Mastercraftsman), piazzato a livello di Stakes per ben 3 volte, incluso dietro a Kingman (Invincible Spirit) e Night Of Thunder (Dubawi) nelle Greenham G3 e dopo dietro a Western Hymn (High Chaparral) nel Sandown Classic Trial G3, Master Carpenter ha guadagnato il primo successo a livello di Stakes ben ben 7 lunghezze di margine nei confronti di Indy (Indian Haven) con al terzo End Of Line (Pastoral Pursuits) ed al quarto una vecchia conoscenza del nostro galoppo Nonno Giulio (Halling), vittorioso al debutto in Italia per Daniele Zarroli e venduto in Inghilterra. La prima volta è arrivato ultimo, stavolta quarto su 5.. Il vincitore è comunque un figlio di Mastercraftsman (Danehill Dancer), che fa parte della immediata famiglia femminile di Rafha (Kris), madre del campione e stallone Invincible Spirit (Green Desert) e del current hot sire Kodiac (Danehill), con cui si ripete in modo più stretto l'incrocio. IL VIDEO DELLE HERON STAKES QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui