STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 4 maggio 2014

USA: California Chrome trionfa da favorito nel Kentucky Derby a Churchill Downs. Una storia da favola per il sauro..

I sogni da Derby, non importa quanto improbabili, diventano realtà. Così ha aperto Bloodhorse per raccontare quello che è accaduto a Churchill Downs in occasione della 140° edizione del Kentucky Derby G1, nei due minuti più eccitanti dello sport americano con in palio $2 milioni. Il favorito California Chrome (Lucky Pulpit) è andato a dama correndo sui primi, entrando in dirittura in spinta e staccandosi per poi rimanere in quota nella fase finale, battendo comodo per una lunghezza e 3/4 Commanding Curve (Master Command) con al terzo posto Danza (Street Boss), finendo il doppio chilometro in 2m 3.66s. Si trattava del primo cavallo allevato nel Golden State (California) a vincere il KY Derby negli ultimi 50 anni, prima di lui c'era riuscito Decidedly nel 1962. California Chrome ha celebrato la sua favola sotto le celebri Twin Spires, e di fronte ad una folla di 164,906 anime, la seconda portata storica in fatto di pubblico stipato dopo quella di un paio di anni fa. Una storia da raccontare, quella di California Chrome. IL VIDEO DEL Kentucky Derby Presented by Yum! Brands (Grade 1) (3yo) (Dirt) CLICCANDO QUI.
Allenato da Art Sherman, montato da Victor Espinoza, alla seconda vittoria nel Derby dopo quello del 2002 con War Emblem, California Chrome è di proprietà di due signori distinti, Steve Coburn e Perry Martin, che lo hanno anche allevato ed hanno rifiutato...
una cosa come $6 milioni per la metà del loro cavallo prima della corsa. Pur non essendo milionari, hanno rifiutato; Sono dei matti? No, nelle condizioni di vendita c'era anche il cambio dell'allenatore oltre a quello dei colori dopo il Derby, ma come avrebbero potuto poi guardarlo in faccia? La parola data e i valori contano più dei verdoni, ed ecco che per magia il sogno è divenuto realtà. Non sempre succede, ma stavolta è successo regalando agli USA una bella storia da film. E non solo; così facendo hanno permesso al veterano Art Sherman, 77 anni, una carriera da work rider tra cui Swaps (vincitore del Derby 1955) di diventare il più vecchio allenatore di un vincitore di Derby nella storia, superando il mito di Charlie Whittingham, 76enne quando Sunday Silence vinse a Churchill Downs nel 1989: "He gave me the biggest thrill I've ever had in my life" ha dichiarato dopo la corsa un emozionato Sherman, che allena California Chrome nella umile Los Alamitos, conosciuta soprattutto per le corse dei quarter horse. Sherman è stato jockey tra il 1957 ed il 1980, poi ha smesso ed ha fatto l'allenatore. Sotto le sue cure sono 4 i vincitori di G1 come Siren Lure, Lang Field, Haimish Hy ed Ultra Bend
Tornando ai proprietari: Coburn, 60 anni, lavora per una compagnia che produce bande magnetiche per carte di credito, mentre Perry Martin è proprietario della Martin Testing Laboratories, una società di ricerca e sviluppo a Sacramento, in California. Sotto il nome della DAP Racing 'Dumb Ass Partners (asino muto, o poveri scemi in una traduzione più colorita)", i due comprarono la fattrice Love The Chase (Not For Love) e la fecero coprire dallo stallone Lucky Pulpit (Pulpit) che funziona in California per $2,000. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui