STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 10 ottobre 2018

Ministero: Centinaio incontra Associazioni: "Gruppo di lavoro per piano di rilancio"

Si è tenuta ieri, 10 ottobre, al Mipaaft una riunione con le associazioni degli allevatori e dei proprietari convocata dal ministro Gian Marco Centinaio per affrontare alcune problematiche particolarmente rilevanti del settore ippico.
Il confronto si è svolto in un clima di massima disponibilità a trovare le soluzioni alle criticità che interessano l’allevamento ippico. In particolare:
  • I tempi di pagamento dei premi al traguardo.
  • La programmazione delle corse.
  • La certezza delle risorse destinate al settore. 
Il ministro Centinaio ha comunicato la volontà di arrivare alla definizione delle soluzioni attraverso un confronto attivo. Per questo ha invitato la filiera ippica presente a indicare i propri rappresentanti all’interno di un costituendo gruppo di lavoro per la definizione del possibile piano di rilancio.
”Occorre una progettualità condivisa per definire il futuro dell’ippica – ha affermato Centinaio - e questa condivisione presuppone l’assenza di litigiosità e una maturità da parte degli operatori.”
A tal fine il ministro ha confermato la sua disponibilità a risolvere i problemi dell’ippica proponendo una riunione entro la fine del mese nella quale confrontarsi sulle prime proposte urgenti e sulle possibili soluzioni

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui