STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 22 ottobre 2018

Luca Cumani va in pensione. Dopo 43 anni di carriera, il mito si dedicherà solo all'allevamento..

Dopo 43 anni di onorato servizio al mondo del Purosangue, il leggendario trainer italiano Luca Cumani ha deciso di smettere con il ruolo di allenatore ed ha comunicato che smetterà ufficialmente di allenare al termine di questa stagione 2018, in particolare a Dicembre.
Si ferma così la carriera di uno dei più prestigiosi ed influenti maestri del training, che per due decadi ha accompagnato il tempo con belle vittorie. In particolare negli anni 80 e 90 quando, presso le storiche scuderie di Bedford House Stables di Newmarket, ha allenato 2 vincitori di Derby come Kahyasi nel 1988 e High Rise nel 1998.
Cumani, 69 anni, non uscirà completamente dal mondo del purosangue ma rimarrà con il suo allevamento, il Fittocks Stud, dal quale sono usciti numerosi campioni. Il suo impegno rimarrà comunque importante, ma lascerà spazio alle nuove leve del training.
In occasione dei 40 anni di carriera, 3 anni fa, Mario Berardelli scrisse un bellissimo articolo che potrete ri-apprezzare leggendolo ancora cliccando QUI.
Luca è figlio della amazzone Elena e del champion trainer Sergio Cumani, dunque le corse di cavalli sono sempre state nel suo sangue. Seguì le loro orme, emulando prima sua madre e poi suo padre. Rendendosi conto che Newmarket era il centro del mondo delle corse, Luca si trasferì in Inghilterra poco più che ventenne per lavorare con Sir Henry Cecil, dieci volte champion trainer. Non passò molto tempo prima che iniziasse il suo centro di formazione a Bedford House. In dieci anni ha avuto 12 vincitori del Gruppo 1 in cinque diversi paesi e il conteggio è salito a 55 fino ai giorni nostri. Non contento di vincere solo in Inghilterra, ha scoperto il mondo esterno ed è stato uno dei primi ad avventurarsi in lungo e in largo scovando ricche corse nel pianeta, con i campioni del mondo come Falbrav e Alkaased per vincere in Giappone ed Hong Kong. 
Cumani si è anche guadagnato, nel corso degli anni, la reputazione di mentore di fantini. Sotto le sue mani sono passati Frankie Dettori, Jimmy Fortune, Jason Weaver, Royston Ffrench e Nicky Mackay, senza dimenticare Kieren Fallon e Andrea Atzeni. Tra gli allenatori ha formato gente come Christophe Clement, James Toller, Jonathan Portman, Chris Wall, John Berry, David Simcock e Marco Botti, tra quelli più noti allenatori attuali che hanno speso una parte dei loro anni formativi come assistant trainer per lui. 
In corsa ha vinto il St Leger nel 1984 con Commanche Run, le Irish 1,000 Guineas con Ensconse (1989) e Gossamer (2002), e nel 1993 le Irish 2,000 Guineas con Barathea. Nel 1998 le Oaks d’Italia con Zomaradah, la mamma di Dubawi. Altre significative vittorie sono state quelle con Barathea nella Breeders’ Cup Mile a Churchill Downs, poi con Tolomeo divenne il primo allenatore europeo a vincere l'Arlington Million nel 1983 quando battè John Henry, un mito americano. Cumani ha vinto corse di Gruppo 1 in 11 paesi differenti. Con Falbrav un capolavoro con 5 vittorie di G1 tra cui Juddmonte International, Queen Elizabeth II Stakes e Coral-Eclipse. i suoi ultimi G1 vinti da allenatore sono stati Second Step e Postponed nelle King George 2015, prima che quest'ultimo passasse agli ordini di Roger Varian.
Il suo allevamento lo fondò con sua moglie Sara, nel 1984. Nel 1999 vendette un puledro alla cifra di £650,000, si trattava di Milan che vinse il St Leger. Ma non solo..
QUI SOTTO I SUOI SUCCESSI DA ALLENATORE AL MASSIMO LIVELLO.

United Kingdom
Champion Stakes - (1) - Legal Case (1989)
Cheveley Park Stakes - (1) - Embla (1985)
Derby - (2) - Kahyasi (1988), High-Rise (1998)
Eclipse Stakes - (1) - Falbrav (2003)
Fillies' Mile - (3) - Shamshir (1990), Glorosia (1997), Gossamer (2001)
International Stakes - (3) - Commanche Run (1985), One So Wonderful (1998), Falbrav (2003)
King George VI and Queen Elizabeth Stakes - (1) - Postponed (2015)
Lockinge Stakes - (1) - Then Again (1987)
Nassau Stakes - (1) - Free Guest (1985)
Queen Anne Stakes - (3) - Then Again (1987), Markofdistinction (1990), Barathea (1994)
Queen Elizabeth II Stakes - (3) - Markofdistinction (1990), Falbrav (2003), Starcraft (2005)
St. James's Palace Stakes - (2) - Bairn (1985), Half a Year (1987)
St. Leger - (1) - Commanche Run (1984)
Sun Chariot Stakes - (6) - Free Guest (1984, 1985), Infamy (1987), Red Slippers (1992), One So Wonderful (1997), Kissogram (1998)
Sussex Stakes - (1) - Second Set (1991)
Yorkshire Oaks - (2) - Only Royale (1993, 1994)

Canada
Canadian International Stakes - (1) - Infamy (1988)
E. P. Taylor Stakes - (2) - Sudden Love (1988), Zomaradah (1998)

Dubai
Dubai Duty Free - (1) - Presvis (2011)

Francia
Grand Prix de Saint-Cloud - (1) - Alkaased (2005)
Prix d'Ispahan - (1) - Falbrav (2003)
Prix du Moulin de Longchamp - (1) - Starcraft (2005)
Prix Royal-Oak - (1) - Old Country (1983)

Germania
Grosser Preis von Berlin - (1) - Second Step (2015)

Hong Kong 
Hong Kong Cup - (1) - Falbrav (2003)
Queen Elizabeth II Cup - (1) - Presvis (2009)

Irlanda
Irish 1,000 Guineas - (2) - Ensconse (1989), Gossamer (2002)
Irish 2,000 Guineas - (1) - Barathea (1993)
Irish Champion Stakes - (1) - Commanche Run (1985)
Irish Derby - (1) - Kahyasi (1988)

Italia
Derby Italiano - (1) - Old Country (1982)
Gran Premio d'Italia - (3) - Masad (1992), Jaunty Jack (1997), Clapham Common (1998)
Gran Premio di Milano - (1) - Endless Hall (2000)
Oaks d'Italia - (2) - Zomaradah (1998), Contredanse (2010)
Premio Lydia Tesio - (2) - Papering (1997), Zomaradah (1999)
Premio Roma - (2) - Old Country (1985), Legal Case (1990)

Giappone
Japan Cup - (1) - Alkaased (2005)

Singapore
Singapore Airlines International Cup - (1) - Endless Hall (2001)

America
Arlington Million - (1) - Tolomeo (1983)
Breeders' Cup Mile - (1) - Barathea (1994)

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui