Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, ottobre 20, 2018

Champions Day, ancora un ruggito per Roaring Lion nelle QEII Stakes. Quarto G1 consecutivo per il grigio..

Paloooooo! Quanti di voi hanno gridato sul traguardo delle Queen Elizabeth II Stakes (Group 1) (Sponsored By Qipco) (British Champions Mile), con Roaring Lion (Kitten's Joy) capace di vincere pur soffrendo più del necessario per portare a casa una vittoria meritata con Oisin Murphy che ha dovuto tirare fuori l'ultima stilla die energia per il grigio che, una volta superato Century Dream (Cape Cross), capace di fare un mezzo miracolo sgusciando all'interno, ha resistito su un terreno molto faticoso al primo attacco di Recoletos (Whipper) e soprattutto la sorpresona I Can Fly (Fastnet Rock), riuscita a pescare un varco millimetrico a 40/1 con Donnacha O'Brien.
Ci ha provato anche Laurens (Siyouni), ma dopo il primo attacco si è inchinata ai maschi, lasciando via libera anche all'altra femmina, con al terzo rimasto in quota l'altro cavallo a grossa quota quale Century Dream.
Quarta vittoria a seguire per il grigio da Kitten's Joy (El Prado), sebbene su distanza troppo corta e su un terreno non proprio gradito, allenato da John Gosden e di proprietà della Qatar Racing di Fahad Al Thani, e quarta vittoria di G1 a seguire per il "Ruggito del Leone" dopo le Eclipse G1, Juddmonte International G1 ed Irish Champion Stakes G1, tutte e tre in fila.
Il vincitore è un prodotto della fattrice Vionnet (Street Sense), pagato $160,000 alle Keeneland 2016 September Yearling Sale. Nono G1 per Oisin Murphy in stagione e 11° G1 in stagione per John Gosden. Per Roaring Lion possibile ingresso in razza sin da subito, invece di un viaggio in America. Nelle prossime ore verrà presa la decisione...ma sembra possa fare ancora un'altra corsa. IL RISULTATO COMPLETO QUI.



Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata