STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 4 ottobre 2018

Mondo del turf, notiziario del 4 Ottobre. Cracksman out dall'Arc. Presidio sotto il Mipaaft. Italians in Francia..

Mancano pochi giorni all'Arc de Triomphe, o in generale alla grande giornata a Parigi presso l'ippodromo di Longchamp. Si comincerà sabato con il Cadran G1, poi la suite di G1 proseguirà in grande stile di domenica.
Noi ci stiamo concentrando molto su questo evento ma le notizie dal mondo del galoppo ci sono e sono variegate. 
Il notiziario del 4 Ottobre sarà breve e conciso, ma conterrà dei punti interessanti per chi segue il nostro sport. Spazieremo dalle ultime news dell'Arc de Triomphe, in attesa della distribuzione delle monte che avverrà giovedì mattina, poi ad una notizia di politica ippica, una di italiani all'estero e varie su stalloni funzionanti in Europa e non solo. La news è sponsorizzata dalla RideTech, nuova azienda entrata nel mondo delle corse con una rivoluzionaria novità per i professionisti della sella grazie alle nuove cinghie ultraleggere e super resistenti. Maggiori informazioni cliccando seguendo questo link: https://www.ride-tech.it/shop-1
Ed ora sotto con le news:

  • Una news arriva dall'Inghilterra, dove John Gosden ha annunciato che sicuramente al ballo del Qatar Prix de l'Arc de Triomphe non ci sarà Cracksman (Frankel). Il campione di Anthony Oppenheimer punterà decisamente alle QIPCO Champion Stakes G1 del 20 Ottobre come ultima corsa della sua carriera. Troppo deboli le piogge a Parigi per essere un vero protagonista della corsa. Il 4 anni, che non corre dal secondo posto nelle Prince Of Wales' Stakes, ha saltato le King George VI and Queen Elizabeth Stakes e le Juddmonte International a causa del terreno duro. Ad Ascot si troverà contro Roaring Lion, compagno di scuderia ma non di colori. 
  • Altra notizia riguarda la politica ippica italiana, con una news passata quasi in sordina. Ieri è stato diffuso un documento secondo il quale le associazioni rappresentative del trotto quali Anact, Federnat, Siag, Snapt, e del galoppo tramite ANG e dunque Agri, Anac, Anag, Fia, Sire, Uif, Unpcps, hanno indetto un presidio ad oltranza sotto il Mipaaft in data da destinarsi, "per la gravissima situazione causata dal ritardo dei pagamenti e della non assegnazione del Preu a montepremi, rimanendo in attesa di un riscontro da parte del ministro Centinaio". Si attendono news.
  • Per la serie italians, in Francia qualche giorno fa, 32° vittoria in stagione per Alessandro Botti a Chantilly grazie a Droit de Parole (Toronado), puledro della scuderia Waldeck, a segno in una maiden sui 1400 metri al secondo tentativo. Complimenti.
  • Dalla Germania arriva la notizia che il campione Dschingis Secret (Soldier Hollow) è stato ritirato dalle competizioni ufficialmente e funzionerà presso l'Haras de Saint Arnoult al tasso di €4,000.
  • Altre news sugli stalloni riguardano Taareef (Kitten's Joy), ritirato dall'attività agonistica che entrerà in razza all'Haras du Mezeray ad un tasso da stabilire. Da yearling fu pagato la cifra di $675,000. In America è stato reso noto il ritiro di West Coast (Flatter) presso la Lane's End Farm in Kentucky, dopo una carriera da campione che gli ha permesso di vincere oltre $5 milioni. Per Planteur (Danehill Dancer) nuova carriera presso l'Haras du Grand Courgeon in Le Lion d'Angers dopo 5 anni per l'Al Shaqab all'Haras de Bouquetot in Normandia.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui