STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 24 ottobre 2018

Australia: Matt Chapman infiamma la vigilia del Cox Plate! Chris Waller lo insulta con "dickhead"

Diciamo la verità, forse lo pensiamo un pò tutti. La femmina Winx (Street Cry) è certamente uno dei più forti cavalli del pianeta, ma non così nettamente come gli handicapper vorrebbero farci credere. Attualmente infatti ricopre la vetta con il suo 130 di rating datogli dall'IFHA.
A sollevare la questione e creare dibattito è stato nei giorni scorsi il commentatore di At The Races Matt Chapman che, in occasione del sorteggio degli steccati per il Cox Plate in programma sabato mattina alle 8 ora italiana (CAMPO PARTENTI COMPLETO QUI) e delle Manikato Stakes, sollecitato dai cronisti locali, ha messo in discussione la campionessa ed il suo status dicendo espressamente che la qualità dei cavalli in Australia e quelli affrontati da Winx, siano decisamente inferiori a quelli esistenti in Europa. Continuando a leggere le motivazioni della sua affermazione e la risposta di Chris Waller, allenatore di Winx.
E poi ha continuato spiegando: "L'unico riferimento che gli europei hanno con Winx è Highland Reel (il Cox Plate del 2015 dove l'europeo giunse terzo a 5 lunghezze dietro la campionessa), e tutti diranno: Oh Winx beat Highland Reel! Ma dobbiamo ricordare che quando ha battuto Highland Reel lui era un cavallo molto giovane, non aveva fatto praticamente nulla in quel momento, era solo all'inizio della sua maturazione avvenuta più tardi ad Hong Kong, poi con la Breeders' Cup".
Come detto Winx si trova attualmente in cima alla classifica dei migliori cavalli del mondo, ma Chapman sostiene che la sua posizione dovrebbe essere minacciata da Cracksman, vincitore delle Champions Stakes ad Ascot in Inghilterra per 6 lunghezze. 
E Cracksman, secondo quella classifica, ha un 125 rispetto al 130 di Winx, come qui di fianco nella foto. Ma, aggiungiamo noi, è difficile dare conto anche agli handicapper quando posizionano Crystal Ocean, battuto da Enable seppure con vantaggio di chili, così in alto in classifica. Ne avevamo già parlato in altro post, ma in pratica le King George sono state valutate di più che l'Arc. Insomma, materia di discussione. 
Sta di fatto che Chapman ha infiammato la vigilia e dato un suggerimento a Hugh Bowman, quello di non rimanere troppo lontano da Benbatl, suo diretto avversario e controfavorito, perchè è un cavallo tosto e non è, appunto, come quelli di casa. Per tutta risposta Chris Waller non le ha mandate a dire ed ha apostrofato direttamente Chapman come un "dickhead", e non stiamo nemmeno a tradurvi l'espressione. Di fatto ha chiesto rispetto. Sabato ne sapremo di più e anche Oisin Murphy ha suonato la carica, visto che sarà l'interprete di Benbatl.
Voi che cosa ne pensate? Qui sotto le parole di Chapman.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui