STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 12 ottobre 2017

Australia: Sabato si corre la The Everest Sprint G1 da $10 Milioni! La corsa più ricca del mondo in erba. Ecco i 12..

In Australia sono assatanati per la velocità. I migliori rappresentanti della specialità in tutto il globo arrivano tutti da quelle parti mentre, al contrario, c'è carenza di cavalli con stamina tanto che nella Melbourne Cup G1 negli ultimi anni è prevalente il sangue europeo, ricercatissimo per quella che rappresenta la corsa che ferma una nazione. 
Ma il vero amore per gli aussie è la velocità, e non per caso negli ultimi anni è stato sviluppato in maniera quasi perversa il tema dello sprint ed è nata appositamente la The Everest, la corsa più ricca d'Australia ed in generale la corsa più ricca del mondo in erba con i suoi $10 milioni di dotazione. 
Sabato 14 Ottobre, alle 12,00 ora italiana, infatti si disputerà al Royal Randwick, a Sydney, la Everest Sprint Cup da A$10 sui 1200 metri, cioè circa £6 milioni/€7 milioni, che farà parte del Spring Racing Carnival. Il funzionamento è simile a quello della Pegasus World Cup G1 di cui abbiamo parlato abbondantemente la scorsa stagione, solo che i proprietari che vorranno comprare uno dei 12 slot in vendita, dovranno garantire un investimento da A$600,000 per anno, per tre anni. Al momento la corsa più ricca del mondo è appunto la Pegasus, seguita dalla Dubai World Cup con $10 milioni, ma in sabbia, poi la nuova Everest che diventa dunque la corsa in erba più ricca al mondo. La Melbourne Cup ha una dotazione di $A6.2 milioni, mentre la corsa europea più ricca è il Prix de l'Arc de Triomphe, che si corre per un montepremi di €5 milioni (£4.3m).
Chiaramente ogni slot può essere "tradato" nel modo consueto. Esempio pratico: Mr Gabriel Candy acquista uno slot ad inizio anno per $600,000. Poi non ha un cavallo, allora lo rivende a Mr Alex Il Tellinaro di Capocotta per una cifra di $1 milione, perchè nel frattempo Alex ha comprato un cavallo da Everest o una compartecipazione. E così via, stile mercante in fiera.
Per la "The Everest" la distribuzione dei premi sarà così ripartita: Al primo $5.8 milioni, al secondo $1.425 milioni, al terzo $800,000, al quarto $400,000, al quinto $250,000 e dal sesto al dodicesimo la somma di $175,000 con in più $100,000 che andranno ad un fondo per la salute dei cavalli. 
Dopo questo panegirico diciamo pure che è stato definito il campo dei partecipanti che sono 12, con tipologia ad handicap, con 4 riserve, e qui vi spieghiamo chi sono con di fianco il proprietario dello Slot da $600,000:
CHAUTAUQUA (Encosta De Lago), nella foto, proprietario dello slot è Greg Ingham, co-proprietario: Il grigio è forse il velocista più forte in circolazione. Il suo modo di correre è noto a tutto il mondo. Sparisce dai parziali iniziali e poi in retta si mette il mantello ed appare come una saetta. Basta cercare il suo nome su youtube per capire di chi si tratta. E avete pure capito per chi facciamo il tifo.
SHE WILL REIGN (Slot holder: Yu Long Investments): Una femmina di 3 anni. Acquistata per sole $20,000 da yearling, la cavalla di Gary Portelli ha vinto il Golden Slipper, la corsa più pazza d'Australia per i puledri. Ha battuto i maschi nelle Moir Stakes G1 quest'anno. 
HOUTZEN (Slot holder: Aquis Farm): Altro tre anni, un campione che possiede un cambio di marcia devastante. Ha rifinito vincendo con stile la rifinitura a Moonee Valley
ENGLISH (Slot holder: Tabcorp): Non sarà la favorita ma Gai Waterhouse, la sua allenatrice, ha uno score buonissimo sui 1200 metri di Randwick. Altra che finisce fortissimo.
FELL SWOOP (Slot holder: William Inglis & Son): Altro acquisto “cheapie”, acquistato per soli $45,000, è un habitue degli sprint in G1. Non vince spessissimo, ma si piazza.
REDZEL (Slot holder: James Harron Bloodstock): Peter e Paul Snowden si sono convinti a partecipare con un cavallo che ha mostrato forma convincente recentemente con la vittoria nelle Concorde Stakes, a cui ha fatto seguito una vittoria a tempo di record proprio a Randwick. Impossibile non provarci ancora.
BRAVE SMASH (Slot holder: Australian Turf Club): Giapponese di concezione, ora allenato da Darren Weir per i colori della Australian Bloodstock. Il 5 anni alla prima uscita ufficiale per il nuovo team ha ottenuto un secondo dietro un rivale accreditato come come Vega Magic prima di vincere a Moonee Valley. L'ultima presta è un secondo.
DEPLOY (Slot holder: Chris Waller Racing): Il cavallo di Gerald Ryan ha spaccato i cronometri di Randwick (1200m) e Rosehill (1300m) nelle ultime 2 uscite. Basta questo. 
REDKIRK WARRIOR (Slot holder: The Star Entertainment Group): Ha vinto il Newmarket Handicap a 6 anni suonati ad inizio anno con un valore da G1. Confermato a Flemington.
VEGA MAGIC (Slot holder: Max Whitby): Due vittorie in G1 nelle ultime 3 uscite. Sullo sprint, ovvio.
CLEARLY INNOCENT (Slot holder: Damion Flower): Profilo più sfumato, ma comunque anche in provincia la velocità fa scuola. Per fare un paragone, è come se venisse da Narni a Capannelle. Ma abbiamo visto i risultati. Recentemente è terzo nelle Premiere Stakes G1.
TULIP (Slot holder: Coolmore): Pedina Coolmore in Australia. Finita terza di She Will Reign nel Golden Slipper. Ha provato ad allungare la gittata ma il Team Hayes ha nascosto le carte. Si tratta di una cavalla perfetta per i 1200. 
IL CAMPO PARTENTI STILE RACING POST CLICCANDO SU QUESTO LINK. Per il betting della The Everest cliccare su questo LINK.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui