STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 1 ottobre 2017

#Newmarket, tutto ciò che si deve sapere della 3 giorni del The Cambridgeshire. Beat The Bank ed i puledri da G1!

Si, è vero. L'abbiamo un pò trascurato in ossequio all'Arc, ma il The Cambridgeshire Meeting è stato comunque molto intenso. Tre giorni da vivere a Newmarket nei quali abbiamo colto degli spunti interessanti, che vi daremo in breve per non farvi perdere nemmeno un elemento di continuità. 
Giovedì c'è stata una interessante edizione delle Tattersalls Stakes G3, ex The Somerville Stakes, vinte da Elarqam (Frankel), con Jim Crowley in sella per Mark Johnston il quale, pur con metodi discutibili, siamo sicuri tratterà questo in guanti di seta. Elarqam, imbattuto in 2 uscite, è infatti figlio di Frankel ed Attraction (Efisio), lei stessa vincitrice di 4 G1 e duplice eroina Classica, acquistato per £1,6 milioni alle Tattersalls Book 1. Elarqam, secondo quanto riferito, non correrà più fino a 3 anni quando comincerà la trafila dei trials in vista delle 2000 Ghinee per le quali la sua quota, dopo l'esibizione, è scesa da 33/1 a 14/1. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Nel secondo giorno del The Cambridgeshire si sono corse le Rockfel Stakes per 2 anni pizzicate da Frankie Dettori in sella a Juliet Capulet (Dark Angel), che ha beffato James Doyle e Nyaleti (Arch) in un finale serrato. Non è sembrata una edizione indimenticabile, ma terza è giunta una cavalla che sicuramente va seguita: Gavota (Bated Breath), portacolori Juddmonte, ha avuto parecchia sfortuna ed ha recuperato tantissimo. Da seguire per le prossime! IL VIDEO QUI.
Ma la star della giornata è stato certamente Beat The Bank (Paco Boy) che ha vinto le Shadwell Joel Stakes G2 in maniera devastante migliorando ancora il suo standard di corsa. Di proprietà di Vichai Srivaddhanaprabha, presidente del Leicester, Beat è allenato da Andrew Balding ed attualmente vanta 3 vittorie consecutive. In generale ne ha vinte 5 su 6, ha steccato solo le Jersey G3 ad Ascot, e punterà deciso al Champions Day di Ascot per guadagnare il suo G1 dopo aver vinto in successione G3 e G2. Per la cronaca, ha battuto Sir John Lavery (Galileo) per 5 lunghezze e Jallota (Rock Of Gibraltar), che ha preferito correre qui piuttosto che guadagnare soldi di un ricco Di Capua G2. IL VIDEO QUI.
Nella giornata di sabato i clou del meeting con Juddmonte Middle Park Stakes G1, Juddmonte Cheveley Park Stakes G1 e Juddmonte Royal Lodge Stakes G2. Andando con ordine, nelle Royal Lodge alla fine a vincere è stato Roaring Lion (Kitten's Joy), che ha mantenuto l'imbattibilità in 3 uscite lottando come un forsennato con Nelson (Frankel), guadagnando la vittoria per John Gosden ed i colori della Qatar Racing. Roaring è un figlio di Kitten's Joy (El Prado), che ben presto potrebbe venire in Europa a fare un paio di stagioni. E questa è una notizia... IL VIDEO QUI.
Tra le femmine Clemmie (Galileo) si è confermata fortissima allungando sempre con decisione e battendo Different League (Dabirsim), che ci ha provato con grande intelligenza. Clemmie, sorella piena di Churchill, ha ribaltato il riferimento con Different nelle Albany Stakes e si candida a vincere un altro G1 a 2 anni, anche perchè c'è rischio faccia come fratello e madre Meow (Storm Cat), cioè buoni solo a 2 anni. IL VIDEO QUI.
Nelle Middle Park invece Us Navy Flag (War Front), a 10/1 e penultimo nelle gerarchie di Coolmore, ha vinto la lotteria del carta vince, carta perde, regalando ad Aidan O'Brien la 20° vittoria in G1 della stagione, utile per provare ad inseguire il record di Bobby Frankel di 25 G1 vinti in stagione. Giunti a questo punto, con meeting da seguire in America, Chantilly, Ascot, Hong Kong etc... tutto è possibile! Per la cronaca secondo è giunto Fleet Review (War Front) con Donnacha, mentre Siyoux Nation (Scat Daddy) ha avuto un percorso poco fortunato. Male Unfortunately (Society Rock) ed il favorito Sand Of Mali (Panis). Edizione strana... IL VIDEO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui