STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 1 ottobre 2017

Chantilly: #Enable straripante nell'Arc de Triomphe! La campionessa regala a Frankie Dettori il quinto Arc della carriera

Un trionfo! C’est magnifique! La favorita Enable (Nathaniel) ha completato la missione Arc de Triomphe G1 e lo ha fatto come più facilmente non poteva fare. La campionessa di Khalid Abdullah non aveva ulteriore bisogno degli astri a favore, ma è stata la più forte e lo ha dimostrato dall'alto di una classe che gli è stata donata dalla natura. Frankie non ha fatto altro che metterla in corsa, dietro ai primi, sul tracciato di Chantilly che ne ha accompagnato il suo incedere. All'ingresso in retta Enable ha aperto i rubinetti e si è allungata decisa verso lo steccato, con un poderoso allungo che non ha ammesso repliche. 
Al secondo a 2 lunghezze e mezzo si è piazzato Cloth Of Stars (Sea The Stars), come annunciato e presentato al top della forma, e poi un Ulysses (Galileo) eccellente al terzo. Il tempo finale dice 2m 28.69s (fast by 0.31s), significa che sono andati e pure forte alla fine. Enable, la predestinata, ha vinto completando una suite di vittorie di 6 consecutive dopo le tre Oaks e le King George. Per la campionessa sono 5 i G1 consecutivi, per Frankie è il quinto Arc, un record che gli permette di staccarsi rispetto agli altri fantini che lo hanno vinto. Ancora un Arc in coppia con John Gosden dopo Golden Horn, ma rispetto al maschio difficilmente Enable andrà in America. Tornando a Frankie, ora è il più titolato nella corsa più importante, tecnicamente, della terra. Quarto è finito bene Order of St George (Galileo), quinto ma senza spazio Brametot (Rajsaman) che ha colto un buon break, con Cristian Demuro bravo a tenerlo in posizione e nemmeno troppo fortunatamente a suo agio in progressione in dirittura.
IL VIDEO DELL'ARC DE TRIOMPHE QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Seguiranno approfondimenti. Nel resto del pomeriggio vanno certamente menzionate le vittorie numero 21 e poi 22 per Aidan O'Brien, che si avvicina così sempre di più al record di Bobby Frankel con 25 G1 vinti in una stagione, grazie alla femmina Happily (Galileo) nel Qatar Prix Jean-Luc Lagardere G1 su Olmedo (Declaration Of War) e Masar (New Approach), e poi con una magia di O'Brien e Seamie Heffernan, anche nel Prix de l'Opera G1 (VIDEO QUI) grazie a Rhododendron (Galileo) su Hydrangea (Galileo) per una coppia di scuderia a segno su Lady Frankel (Frankel).
Nel Prix de l'Abbaye G1 sui 1000 metri ha vinto Battaash (Dark Angel) che ha letteralmente cappottato la favorita Marsha (Acclamation), piazzando 4 lunghezze tra se e la femmina. Il vincitore è un 3 anni, castrone, di proprietà di Hamdan Al Maktoum. IL VIDEO QUI.
Total Prix Marcel Boussac - Criterium des Pouliches: Subito una sorpresa in apertura! A 16/1 ha colpito la Godolphin di turno Wild Illusion (Dubawi), che all'ingresso in dirittura si è liberata della Wertheimer in versione battistrada, ed è filata via verso il traguardo con una bella progressione. Seconda la favorita Polydream (Oasis Dream), autrice di rincorsa, e al terzo Mission Impassible (Galileo). Vincitrice al debutto a Yarmouth, la cavalla di Charlie Appleby aveva sperimentato il tracciato e la distanza in un G3 di Chantilly giungendo terza. Figlia di Dubawi e Ruhm (Monsun), ha tratto giovamento dall'utilizzo del checkpieces. Il tempo finale è stato di 1m 37.47s (slow by 1.47s).
IL VIDEO QUI. IL RISULTATO QUI.
Seguiranno approfondimenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui