Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, giugno 20, 2020

Royal Ascot, day 5: Frankie Dettori fa tris! Palace Pier piega Pinatubo e Wichita. It's Kodiac day! Il report completo dell'ultimo giorno di Ascot

Nella foto Palace Pier, vincitore delle St James's Palace Stakes.
L'ultimo e conclusivo giorno del Royal Meeting. Ma il Re è sempre lui. Eterno, indiscusso. Accentra le attenzioni, è un acceleratore di particelle al Cern di Ginevra. 
Frankie Dettori ha collezionato la vittoria numero 71 e poi la 72 e 73, quasi la 74. Ad ogni modo ha raggiunto Crowley nella classifica delle vittorie (6 a testa, ma maggior numero di secondi posti) e la cifra di 73 come Pat Eddery, the winning machine! In ogni discorso c'è lui ed il report di questa conclusiva giornata non può non partire da lui. O da Kodiac (Danehill). E vi spieghiamo perchè. 

E UNA: A cominciare dalle Queen Mary G2 vinte, finalmente, da Wesley Ward che ha presentato la irlandese Campanelle (Kodiac), americana di proprietà, andata a riacciuffare con Dettori a bordo (vittoria numero 71 al Royal) Sacred (Exceed And Excel) per vincere comoda e confortevole. La figlia di Kodiac (Danehill), acquistata per £190,000 al Book 1 di Tattersalls per conto della Stonestreet Stable, ha debuttato a fine Maggio a Gulfstream Park convincendo e inducendo il suo trainer a venire, come ormai di abitudine, al Royal Ascot. La "rising star" More Beautiful (War Front), è giunta ottava. IL RISULTATO COMPLETO QUI



ANVEDI COME BALLA NANDO: Sempre in tema di 2 anni, ancora Kodiac protagonista delle Coventry Stakes G2 ma stavolta con la bomba di profondità che risponde al nome di Nando Parrado. Alzi la mano chi conosce questo famoso rugbista uruguaiano. Il cavallo di Clive Cox, dopo il quinto posto al debutto a Newmarket il 4 Giugno, ha ribaltato un paio di riferimenti manco fosse Alessandro Borghese in "4 Ristoranti" ed ha vinto alla quota shock di 150/1! In sella Adamo Kirby, in grado di resistere e battere Qaader (Night Of Thunder) e Saeiqa (Shalaa) al terzo. Da rivedere, un pò imbambolato, Admiral Nelson (Kingman) finito nelle retrovie. Nando è stato pagato 165,000gns da foal e 200,000gns da yearling a Tattersalls. Il vincitore è prodotto della fattrice Chibola (Roy), vincitrice di G3 in patria in Argentina. IL RISULTATO COMPLETO QUI.



E SONO 72: La vittoria numero 72 al Royal Ascot per il signor Lanfranco Dettori, è arrivata nel cosiddetto "emphatic style" che ti fa dire: Eh ma allora ditelo. Con Alpine Star (Sea The Moon), sorellastra di Alpha Centauri (Mastecraftsman) che aveva già vinto questa corsa, Frankie Dettori ha mostrato un pezzo del suo repertorio e fatto capire come conosca meglio di chiunque altro la pista di Ascot. Sa dove aggredire ed anticipare, sa dove attaccare e quando passare. Ebbene, mentre in avanti si stavano accapigliando Quadrilateral (Frankel) e Cloak Of Spirits (Invincible Spirit), addirittura crollata in quinta posizione. La vincitrice, allenata da Jessica Harrington, ha fatto tutta la trafila irlandese fino a vincere le Debutante Stakes G2, ma si è dimostrata forse più forte di quella Albigna, sempre Niarchos, che ha percorso la strada delle 1000 Ghinee. Alpine Star è una figlia di Sea The Moon (Sea The Stars), stallone funzionante ad un tasso di monta di €15,000. IL RISULTATO COMPLETO QUI.



PALACE POKER: Nella presentazione avevamo scritto che Palace Pier (Kingman) si sarebbe messo a guardare le mosse di quelli più attesi, avendo avuto un percorso diverso. Ebbene, il figlio di Kingman (Invincible Spirit), con Lanfranco in sella, ha guardato gli altri prendersi a testate e poi ha piazzato la stoccata all'esterno di Pinatubo (Shamardal) e Wichita (No Nay Never) nelle St James's Palace Stakes G1 sul miglio più "flat" di quello di Newmarket. Pinatubo ha corso coperto, su andatura lenta, e poi ha piazzato la stoccata, si è accapigliato con Wichita dopo che i Coolmoriani, come al solito, avevano fatto ostruzionismo (pessimi) nei confronti di Positive per poter accompagnare Wichita. Nulla da fare. Pinatubo ha corso alla grande, risollevandosi dopo tutti quelli che dicevano nano e scarso. Non è scarso, ma nano un pò si. Diremmo uno Shamardal "tipico" che forse arriverà a massimo 1400 metri. Al Quoz Sprint, King's Stand, ste robe qui insomma. Non ci sorprenderemmo di vederlo in questi ambiti o in un Prix de la Foret G1, al massimo: Il cavallo va, ma non arriva a 1600 al massimo delle potenzialità. Si ma chi è Palace Pier? un cavallo che ha cominciato da lontano vincendo le prime 2 corWithout Parole. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
se a Sandown tra Agosto e Settembre 2019, poi una lunga sosta di 262 giorni (complice anche il lockdown) e il rientro in all weather, in maniera soft, per arrivare fresco a questo appuntamento. Ben fatto Mr Gosden. Obiettivo, logico e naturale, quello delle Sussex Stakes G1. Sperando non sia un altro


KODIAC AGAIN: Il Kodiac day. Lo stallone, funzionante per €65,000, dopo aver cominciato per €4,000 al Tally Ho Stud e fratellastro del sommo Invincible Spirit, è stato rappresentato anche da Hello Youmzain (Kodiac, appunto) che ha battuto Dream of Dreams (Dream Ahead) in un finale palpitante, con Dettori che ha rischiato il poker delle corse di Gruppo con Sceptical (Exceed And Excel), presentatosi bene e con una favola da raccontare per il suo acquisto "cheap", ma poi in calo nella fase finale per prendere il terzo posto. Il precedente vincitore della Haydock Sprint Cup ha regalato il primo vincitore al Royal a Kevin Stott, con il training di Kevin Ryan. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata