Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

venerdì, giugno 19, 2020

Royal Ascot, day 3: Stradivarius suona la terza Gold Cup nel silenzio di Ascot. Battleground e Molatham le star di giornata. Report completo

Nella foto Stradivarius, vincitore della terza Gold Cup in carriera.
Nel silenzio assordante del Royal Ascot, ha risuonato l'eco di Stradivarius (Sea The Stars) che ha aggiunto un'altra Gold Cup G1, la terza, al suo immenso palmares di stayer. 
Fra molti anni si parlerà del miglior fondista della sua e delle sue generazioni, perchè nessuno è in grado di tenergli testa. 
Anche nel giovedì di Ascot che ci apprestiamo a raccontarvi, è andato in onda il solito show. Dopo piogge piuttosto consistenti il terreno è andato via via deteriorandosi e questo aveva lanciato dei dubbi nel team di John Gosden sulla prestazione del figlio di Sea The Stars (Cape Cross) ma, al contrario di quanto si potesse pensare, il 6 anni di Bjorn Nielsen ha risposto con una prestazione esaltante condizionata anche dal ritmo infuocato che gli ha praticamente regalato e servito su un piatto d'argento la vittoria. Lui, piccolo ma potente, un maratoneta, ha piano piano incrementato i giri mentre gli altri ruzzolavano sul terreno e andavano avanti invece di tornare indietro, ed ha accumulato una cosa come 10 lunghezze distribuite a Nayef Road (Galileo) che a sua volta ha lasciato Cross Counter (Teofilo) ad altre 8 più indietro. 
Stradivarius è così diventato il terzo cavallo ad aver vinto questa corsa almeno 3 volte, dopo Sagaro e l'immenso Yeats, che l'ha vinta 4 volte. Chissà che non sia questo il prossimo traguardo del saurino.  Ne ha parlato John Gosden: “Sagaro era allenato da un grandissimo mio amico come Francois Boutin, ed era montato da Lester Piggott. Guardavo tutte le loro corse. Yeats era un fenomeno, noi siamo fieri di avere un cavallo come Stradivarius, Bjorn Nielsen è un grande allevatore e quando ha fatto l'incrocio pensava di creare un cavallo da Derby, ma gli è capitato un grandissimo cavallo da Gold Cup. Correre la Coronation Cup al rientro, con il record della corsa, lo ha portato molto avanti. Ora non so se rimarrà ancora in training il prossimo anno, penso di si ma lo deciderà il proprietario. Adesso punteremo alla quarta Goodwood Cup e poi vorremmo provare a correre l'Arc. Il tentativo nella Coronation Cup andava letta in quel modo, volevamo vedere come si comportava contro avversari sul miglio e mezzo. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Lo score di Stradivarius parla di 15 vittorie e 5 piazzamenti in 22 corse disputate, e un bottino di £2,5 milioni. 


Nel resto del convegno abbiamo assistito ad un'altra vittoria per la giubba di Hamdan Al Maktoum ed in sella Jim Crowley, 5 vittorie sinora nel meeting, grazie a Molatham (Night Of Thunder) nelle Jersey Stakes G3. 
Continua la grande forma di Roger Varian nel periodo. Battuto, con uno scatto, Monarch Of Egypt (American Pharoah) comunque ottimo e Symbolize (Starspangledbanner) in testa posizione. Molatham alzerà il tiro a breve, come riferito dal suo allenatore.
Allevato dal Cheveley Park Stud, è stato acquistato da Shadwell per 160,000gns alle Tattersalls October Yearling Sale Book 2. IL RISULTATO COMPLETO QUI.


Altra prestazione degna di nota è stata quella nelle Chesham Stakes per i 2 anni sui 1400 metri, ma con restrizione relativa al pedigree dei partecipanti. La corsa è stata vinta dall'interessantissimo Battleground (War Front), primo prodotto della campionessa Found (Galileo), vincitrice di Arc de Triomphe G1. 
Con in sella Ryan Moore, che ha guadagnato la sua 61° vittoria al Royal Ascot, Battleground ha battuto March Law (Lawman) e Seattle Rock (Fastnet Rock). Aveva debuttato a Naas con un quinto posto, ma si sapeva sarebbe potuto migliorare. Prossimi obiettivi saranno quelli del July Meeting e delle National Stakes G1. IL RISULTATO COMPLETO QUI.



Altro aspetto da menzionare di questa giornata, il ritorno alla vittoria per Hayley Turner al Royal Ascot, ad un anno di distanza da quando vinse le Sandringham Stakes con Thanks Be, 32 anni la precedente donna a farlo Gay Kelleway, lo ha fatto anche ieri sempre per Fellowes ma in sella ad Onassis.

Oggi è il giorno della Commonwealth Cup G1, delle Hardwicke G2, delle Albany Stakes G3 e delle Norfolk Stakes G1.


Che lo spettacolo abbia inizio! Se non hai un conto online, che aspetti a farlo? Ecco due offerte interessanti: 




Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata