Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, giugno 27, 2020

Allevamento: Addio a Manduro. Cavallo dell'anno nel 2007, è stato campionissimo autentico in corsa

Nella foto Manduro trionfa al Royal Ascot.
Una brutta notizia di allevamento arriva dalla Francia, ed in particolare dall'Haras du Logis del Darley, dove è stata riportata la improvvisa scomparsa del campionissimo Manduro (Monsun), deceduto questo sabato a causa di un attacco di cuore che non gli ha lasciato scampo. 
Manduro è stato Horse of the Year e stallone prolifico. Per i colori del Barone von Ullman si è dimostrato anche abbastanza precoce vincendo in Germania il Preis der Winterfavoriten G3 per 5 lunghezze. Dopo quella vittoria ne ha aggiunta un'altra in G3 ed è stato trasferito in Francia nelle scuderie di Andre Fabre, per il quale ha vinto il Prix d’Harcourt G2 a 4 anni. 

Manduro, duttilissimo, è arrivato secondo nel Jacques le Marois G1 sul miglio e nell'Ispahan G1, piazzandosi anche nelle Prince Of Wales’s Stakes. Ma quello era solo il preludio a quanto avvenuto a 5 anni, dove ha dimostrato di essere un campione incredibile. Imbattuto nella stagione, ha vinto le Earl of Sefton e poi in serie Ispahan, Prince Of Wales’s Stakes (battendo Dylan Thomas) e vincendo in Francia il Prix Jacques le Marois e soprattutto il Prix Foy G2 rifinito alla grande come preparazione all'Arc de Triomphe G1, mai disputato a causa infortunio. 

Ritirato in razza al Kildangan Stud per il Darley, ha speso 13 anni tra Irlanda, Inghilterra al Dalham Hall Stud e Haras du Logis in Francia cominciando a €40,000 come tasso di monta, ma arrivando ai €7,000 a cui era disponibile negli ultimi anni. 
Responsabile di 35 Stakes Winners, è papà dei buonissimi Vazirabad, le femmine Classiche Ribbons e Charity Line, poi il campione Ultra che ora funziona proprio all'Haras du Logis. Come padre di fattrici ha prodotto le femmine buonissime Billesdon Brook e Fanny Logan.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata