Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

giovedì, luglio 04, 2019

Sandown: Enable contro 7 avversari nelle Coral-Eclipse Stakes! Solo 2 femmine hanno vinto qui..

Tutto fatto, ben sicuri. Sabato pomeriggio a Sandown si corrono le Coral-Eclipse Stakes G1 sulla distanza dei 2000 metri a mano destra. 
L'evento prende il nome da Eclipse, il celebre campione e cavallo da corsa del XVIII secolo, vincitore di 18 corse su 18 e, come dice il nome, nato durante una eclisse di sole del 1° Aprile 1764. La corsa fu fondata nel 1886 e l'edizione inaugurale fu vinta da Bendigo e a quel tempo era la corsa più ricca della Gran Bretagna. Il montepremi di £10.000 fu infatti donato da Leopold de Rothschild su richiesta del generale Owen Williams, un co-fondatore di Sandown Park.
Sponsorizzata da Coral sin dal 1976 ed è ormai nota come "Coral-Eclipse". Solo 2 femmine hanno vinto le Eclipse Stakes e sono Pebbles (Sharpen Up) nel 1985, e Kooyonga (Persian Bold) nel 1992. Riuscirà la nostra eroina Enable (Nathaniel) ad essere la terza vincitrice nella storia della corsa?

Il betting dice di si. Sono 8 i cavalli dichiarati definitivamente al via, e la campionessa Enable (Nathaniel) ha una quota secondo Coral di 10/11, e Frankie Dettori in sella. Enable, che ha puntato da lontano la terza vittoria nell’Arc de Triomphe, ha vinto 10 delle 11 corse disputate in carriera e l’unica volta che ha corso sulla distanza dei 2000 metri ha perso. Parliamo del 21 Aprile 2017, a Newbury, in una condizionata di rientro. Da quel giorno in poi non ha mai più perso, ma è chiaro che su quel tipo di distanza c’è un pizzico di vulnerabilità. Corre perché ha bisogno di mettere benzina nelle gambe in vista dell’autunno, è la più forte ma ovviamente non possiamo aspettarcela al 100%.
Controfavorita un’altra femmina come Magical (Galileo) a 7/2 con Aidan O'Brien che ha deciso di tirare fuori dalla contesa Circus Maximus, mentre Sir Michael Stoute ha bypassato l’evento con Crystan Ocean perché ha in canna un Regal Reality (Intello) che da tipico Stoute sta maturando lentamente e a 4 anni ha fatto passi da gigante acquisendo un 119 di RPR, dato più alto della carriera.
Completano il quadro il deluso del Derby Telecaster (New Approach), l’anziano di Stoute ma più che altro miler Mustashry (Tamayuz) mentre Andrea Atzeni monterà Zabeel Prince (Lope De Vega), vincitore di Ispahan G1 e poi deludente sul pesante di Ascot nelle Prince Of Wales’s Stakes G1. Gli outsiders sono Danceteria (Redoute’s Choice) per l’Australian Bloodstock ma proveniente dalla Franca e terzo di Regal Reality a Sandown a fine Maggio e poi vincitore del La Coupe G3 di Longchamp. Il battistrada di Magical per il Coolmore sarà Hunting Horn (Camelot) con in sella Padraigh Beggy a 66/1. Occhio……

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata