STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 22 luglio 2019

Addio a Sea Of Class. Eutanasia per la campionessa allevata in Italia. Ecco gli sconvolgenti motivi, ed il tributo

Povera Sea Of Class. La notizia che mai avremmo voluuto sentire e comunicare ma che purtroppo, considerati i problemi in cui era incappata, non era così facile smentire.
Sea Of Class (Sea The Stars) non ce l'ha fatta a superare quella violentissima colica che le ha contorto l'intestino e non le ha lasciato scampo, nonostante fosse stata sottoposta a tutte le cure necessarie non appena accaduto e fondamentali per tentare un salvataggio disperato.
Con lei se ne vanno un pò di speranze, sogni, ma soprattutto una cavalla dal cuore grande che aveva scatenato un grandissimo tifo e sostegno dalla sua parte. Già, da italiani, da appassionati in genere di corse, ogni volta che metteva i piedi in pista era come avviluppare una sciarpa tricolore al collo, aggrappati a quel pizzico di italianità che, in un mare di crisi nel nostro paese, stava portando alto il nome dell'allevamento italiano che tanto ha dato al mondo fino ad una quindicina di anni fa, ma che lo stesso mondo delle corse sembra avere quasi dimenticato in un nostro momento di difficoltà, in questo periodo storico piuttosto critico per il paese e che di conseguenza colpisce anche la cultura e l'economia del settore.
Invece è andata così. Addio Sea Of Class. La figlia di Sea The Stars e Holy Moon (Hernando). Ricordiamo ancora il giorno dell'Arc de Triomphe, quando hai lanciato il guanto della sfida alla grandissima Enable, una montagna troppo alta da scalare e che invece la 3 anni allevata dalla Razza del Velino, aveva quasi osato battere. Quel giorno, tutti in piedi sul divano. Perchè, concettualmente, era lei che poteva ricordare a quel mondo di cui sopra, che siamo ancora il paese di Federico Tesio, Nearco, Ribot, da cui discende il 90% del purosangue moderno. E invece no, il destino beffardo, come se avesse deciso che il nostro tricolore non fosse abbastanza degno di essere rappresentato e ci ha presentato il conto salatissimo, dopo un 2018 epico.
Sea Of Class se ne va con 2 vittorie da ricordare nelle Irish Oaks G1 e Yorkshire Oaks G1, prima di quell'affondo senza tempo nell'Arc de Triomphe G1 ed un rientro nel 2019 in condizioni fisiche discutibili. Non è questo il tempo delle accuse, però. Vogliamo ricordarla con enorme affetto. Ciao Sea, ci hai fatto divertire. 
Detto questo, restano le parole di Willy Haggas su quello che è veramente successo a Sea Of Class: "Il motivo per cui un intervento chirurgico relativo alla colica di Sea Of Class è stato in primo luogo per rimuovere una massa addominale che si era installata tra la milza e il fegato e che si era intrecciata con l'intestino. Tuttavia, la massa si è rivelata essere un tumore maligno noto come linfoma: il suo chirurgo Richard Payne e lo specialista Celia Marr ci hanno avvertito che il linfoma può essere aggressivo e così si è dimostrato. Avendo fatto progressi sicuri e costanti sotto l'eccellente team veterinario di Rossdale, ci eravamo sbilanciati ma stamattina ha preso una brutta piega alle 4.30 di mattina e una successiva scansione ha rivelato un altro tumore delle dimensioni di un'arancia, nonostante le scansioni regolari durante la sua convalescenza, questo è stato il primo segno di un'anomalia. Era silenziosa e indisposta oggi - e piuttosto debole, e la decisione di farla addormentare è stata presa all'unanimità dal suo team di esperti, Maureen e da me. Siamo disperati".
Ricordiamo come Sea Of Class sia una figlia di STS e della fattrice italiana Holy Moon (Hernando) che ha dato solo vincitori. In particolare Holy Ballet (Shamardal), Wordless (Rock Of Gibraltar) e poi le più famose Cherry Collect (Oratorio), Final Score (Dylan Thomas), Charity Line (Manduro), ora fattrici in Giappone, e Back on Board (Nathaniel), dunque almeno 6 prodotti sono Stakes Winners. Un suo fratello che si chiama Honour And Pleasure (Oasis Dream), è in training in Francia da Alessandro Botti.
Presentata alle Tattersalls December Yearling Sale 2016 dall'Old Buckenham Stud della famiglia Bezzera (con base in Inghilterra), fu acquistata per £170,000 da McKeever Bloodstock che agiva per conto della Sunderland Holding, della famiglia Tsui appunto, in una operazione foal sharing. Adesso c'è un altro prodotto da Camelot per Holy Moon, ed è gravida di Sea The Stars.




   

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui