STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 7 maggio 2017

America: Always Dreaming più forte di tutto, domina il 143^ Kentucky Derby! Battuti Lookin At Lee e Battle Of Midway

In America, sotto un tiepido sole uscito dopo le piogge dei giorni scorsi, una pista viscidissima, ma di fronte ad un pubblico di 158,070 sempre presente sotto le iconiche Twin Spires di Churchill Downs, non c'è stata sorpresa come era lecito aspettarsi quando ci sono queste condizioni atmosferiche, e a vincere il Kentucky Derby G1 edizione 143° è stato il favorito Always Dreaming (Bodemeister), un portacolori di una connection formata da MeB Racing, Brooklyn Boyz Stable, Teresa Viola (che ha i colori anche in Italia), St Elias Stable, Siena Farm, e West Point Thoroughbreds, allenato da Todd Pletcher, il quale è stato montato in maniera pulita dal suo interprete John Velazquez che ne ha gestito le sorti vicino alla testa, senza stare troppo lontano o in mezzo al gruppo dal quale era difficile risalire, ed in retta ha prodotto la sua progressione.
Subito partito bene si è messo alle spalle di State Of Honor (To Honor And Serve) il quale ha imbastito parziali decenti ma sempre sollecitato. A metà gara, la mossa di Velazquez che ha lanciato il suo in una lunga progressione trascinandosi Irish War Cry (Curlin) e Practical Joke (Into Mischief), disfacendosene ben presto ed allungando verso il traguardo con la lotta per le piazze vinta da 2 sorprese da 33/1 e 40/1 quali Lookin At Lee (Lookin At Lucky) e Battle Of Midway (Smart Strike), altro che aveva temporeggiato ed atteso il momento giusto per piazzare la zampata. Solo quarto l'altro giocato Classic Empire (Pioneerof The Nile), mentre mai seriamente pericolosi Gunnevera (Dialed In), che comunque ci ha provato, ed i vari McCraken (Ghostzapper), Gormley (Malibu Moon) rimasti impantanati su una pista non propriamente ideale. Ecco perchè il vincitore assume una posa ancora più epica: Contro le avversità delle condizioni atmosferiche, i campioni non si tirano indietro. Continua a leggere più sotto per il video..
Diverso il discorso dell'altro atteso Thunder Snow (Helmet), il Godolphin che ha preferito gli States alle 2000 Ghinee inglesi, che appena uscito dalle gabbie ha perso il grip con la superficie dando l'idea di aver subito un grave infortunio. Ed invece era il suo interprete Cristophe Soumillon che dopo aver sentito un non perfetto feeling sulla pista, che ha cercato di fermare per non rischiare incolumità sua e del cavallo. Nessun infortunio serio, ma solo una presa di coscienza appena ha mosso i primi passi sul fango, non consueta per lui. 
Comunque, tornando al vincitore, ha dominato con 2 lunghezze e mezzo sul secondo finendo in 2m 3.59s. Per Pletcher era il secondo Derby dopo quello di Super Saver nel 2010, per Velazquez anche il secondo dopo quello di Animal Kingdom nel 2011. IL VIDEO DEL KENTUCKY DERBY QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Always Dreaming è un prodotto dello stallone Bodemeister (Empire Maker), secondo nel Kentucky Derby 2012 di I'll Have Another, che funziona per $25,000 presso la Win Star Farm in Kentucky, e prodotto della fattrice Above Perfection (In Excess I). Bodemeister è alla prima annata di produzione di 3 anni ed ha già dato un vincitore di Derby.
Always, acquistato alle September Sale di Keeneland per $350,000, è stato inizialmente allenato Domenick Schettino per il quale ha corso e debuttato ottenendo solo un terzo posto ed un secondo posto rimanendo maiden a 2 anni. Poi il trasferimento presso Pletcher per il quale ha cominciato a correre, e vincere, nel Gennaio 2017 a Tampa Bay in una maiden e dominando per 11 lunghezze. Poi la conferma il 4 Marzo a Gulfstream Park per 4 lunghezze candidandosi ad un ruolo di favorito nel Florida Derby ancora una volta dominato per 5 lunghezze nei confronti di State Of Honor che anche stavolta ha provato a tenere testa, capitolando ben presto. Il suo score parla ora di 6 corse disputate, 4 vittorie, un secondo ed un terzo posto, per somme vinte di $2,260,600 parzialmente. Appuntamento fra 2 settimane alle Preakness Stakes G1 di Pimlico. E la giostra da Triple Crown (nel senso più nobile del termine) è ricominciata...

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui