STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 29 maggio 2017

#EpsomDerby: Supplementati #Permian e #Khalidi per £85,000. La curiosa storia di Diore Lia, chance a 5000/1

La prima notizia della settimana del Derby di Epsom riguarda due supplementazioni arrivate in tarda mattinata di lunedì. Hanno accettato infatti di spendere le famose £85,000 necessarie per l'ingresso, due cavalli che si sono mostrati recentemente. Come anticipato Permian (Teofilo) era in odore di supplementazione dopo la vittoria nelle Dante Stakes G2 di York, classico trial per il Derby, e così il suo proprietario Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum ha accettato l'ingaggio per il training di Mark Johnston. Stessa cosa ha fatto il team di Khalidi (High Chaparral), allenato da John Gosden, vincitore una settimana fa delle Cocked Hat Stakes Lr a Goodwood. 
Al forfait di lunedì sono dunque 20 i rimasti per l'Investec Derby, inclusi i favoriti Cracksman (Frankel) e l'Aidan O'Brien Cliffs Of Moher (Galileo). Rispetto alla precedente segnalazione sono 8 quelli che hanno rinunciato tra cui Churchill, Thunder Snow e Waldgeist, per difetto di stamina e qualità. Gli altri rinunciatari sono Best Of Days, Fierce Impact, Tamleek, Miracle Dancer e Yucatan. 
Tornando ai due citati prima: Khalidi è stato sonoramente battuto da Permian nella penultima uscita, poi però si è ripreso a Goodwood dove ha vinto disperdendo la compagnia tirando fuori una prestazioni fuori dall'ordinario e realizzando il record del tracciato sui 2200 metri. Sembrava fosse in corsa per il Royal Ascot e le King Edward VII Stakes, nel cosiddetto Derby del Royal Ascot, ma il suo proprietario Nizar Anwar ha voluto per forza aprire i cordoni della borsa per partecipare. 
Infine una curiosità:
Ad Epsom correrà anche Diore Lia (Yeats), con chance a 5000/1. Si tratta di una femmina di 3 anni di proprietà di Ms Todd che ha corso solo 2 volte in carriera, senza mai piazzarsi, e battendo al massimo 4 cavalli in 2 uscite. Avrà in sella Gina Mangan che ha vinto una sola corsa in carriera, nel 2009 a Roscommon, neanche in Inghilterra e per questo ha avuto bisogno di una autorizzazione da. L'allenava ufficialmente Jane Chapple Hyam che avrebbe manifestato dissenso per questa scelta, tanto che i proprietari alla fine hanno spostato la cavalla nella yard di John Jenkins. 
Il motivo della partecipazione è quello della beneficienza. O meglio, per avere della visibilità: I proventi derivanti da qualsiasi somma vinta di Diore Lia da qui in avanti saranno destinati all'ospedale Great Ormond Street Hospital. Normale correre allora in categoria abbordabile, mentre essere ad Epsom significa comunque avere visibilità. Missione compiuta, perchè anche noi ne stiamo parlando. Insomma, anche in Inghilterra hanno il loro "Canterani". Almeno questa è per una buona causa, ma l'intento nobile talvolta si scontra con la realtà ed il buon senso.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui