STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 19 maggio 2019

America: War Of Will, redenzione e riscatto nelle Preakness Stakes. La storia del cavallo da erba che vince in sabbia

Solo due settimane fa War Of Will (War Front) è stato al centro ad una delle storie più controverse nella storia dell'ippica, con il danneggiamento ricevuto nel 145° Kentucky Derby insieme ad altri concorrenti che hanno contributo, più o meno direttamente, al distanziamento di Maximum Security a favore di Country House, e che non gli permise di arrivare oltre ad un settimo posto a 4 lunghezze e mezzo dal vincitore. 
Ebbene, in assenza dei 2 citati, dopo 14 giorni, si è preso una ricca rivincita nella 144° edizione delle Preakness Stakes (Grade 1) (3yo) (Main Track) (Dirt) a Baltimora, nella seconda prova della triple crown americana che però non verrà assegnata perchè non ci sarà un comune vincitore nelle tre prove.
War Of Will, quindi, ha vinto nettamente dopo essere partito da uno steccato sfavorevole come il numero 1, ha navigato lungo lo steccato e con in sella Tyler Gaffalione, alla prima vittoria nella triple crown, per il training di Mark Casse, anche lui un "novizio" che ha finalmente messo il puntino nelle prove della triplice, per i colori di Gary Barber.
Il "longshot" a 30/1 Everfast (Take Charge Indy) è giunto secondo, mentre al terzo Owendale (Into Mischief) e Warrior's Charge (Munnings) sono finiti vicini a dividersi l'ultimo gradino del podio, mentre il grande favorito, sia del Kentucky Derby che delle Preakness Stakes, Improbable (City Zip) è finito sesto. 
Anche qui ne sono accadute di cose, perchè Bodexpress (Bodemeister) in partenza si è impennato ed ha scodellato in terra John Velazquez. 
Allevato in dalla Flaxman Holdings, cioè in Niarchos in America, War of Will è prodotto della fattrice Visions Of Clarity (Sadler's Wells) andato invenduto per $175,000 alle Keeneland September sale, ma poi Justin Casse se l'è venuto a comprare in Europa alle Arqana 2-year-old breeze-up sale per €250,000, esattamente $298,550, con un pedigree prettamente da erba.
Figlio di War Front (Danzig) infatti, il maschio ha cominciato la carriera in erba senza mai vincere nelle prime 4 corse, ma nonostante ciò aveva mostrato le sue doti conquistando il piazzamento in G1 nelle Summer Stakes G1 a Woodbine. Ancora maiden nella Breeders' Cup Juvenile Turf, sempre in erba, War of Will ha ottenuto un buon quinto posto alla quarta uscita. Solo alla quinta corsa disputata, sulla sabbia di Churchill Downs, War Of Will si è tolto la qualifica di maiden e poi ha inanellato altre 2 vittorie consecutive nelle LeComte G3 e nelle Risen Star G2, guadagnando un posto nelle gabbie del Kentucky Derby, rifinito male in Louisiana, e poi a Churchill Downs ancora dove è successo tutto quello che è successo. Adesso vanta 4 vittorie in 10 uscite, per guadagni di $1,4 milioni. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Sabato 8 Giugno potremmo rivederlo nelle Belmont Stakes G1 sul miglio e mezzo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui