STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 11 maggio 2019

Chester, day 3: Forest Ranger replica nelle Huxley, buono per l'Italia? Chester Cup a Franny Norton!

Come lo scorso anno, più forte dello scorso anno. Condizionato da una perenne pioggia, si è tenuto il terzo ed ultimo giorno del Festival di Chester, con le Huxley Stakes G2 e la Chester Cup a tenere banco.
A vincere la pattern è stato, come nel 2018, Forest Ranger (Lawman), 5 anni sellato da Richard Fahey per conto di Mrs H Steel che ha mostrato una buona forma dopo la prima parte del 2019 passato a Meydan.
Con Tony Hamilton in sella ha affiancato il leader Success Days (Jeremy) e lo ha superato di slancio, con quest'ultimo che ha perso anche il secondo catturato da Matterhorn (Raven’s Pass). Non piazzato il favorito Addeybb (Pivotal).
Rich Fahey ha parlato di un cavallo che, esploso lo scorso anno, ha tentato le strade da G1 prendendole di brutto. Quest'anno, forte di quell'esperienza, comincerà a girare il mondo cercando qualche soddisfazione e un pò di remunerazione. Magari potrà venire bene per l'Italia ed in particolare per il Gran Premio Milano G2, dunque suggeriamo di cominciare a prendere contatti. Lo stesso Fahey ha parlato di un miracolo della natura per un cavallo costato £20,000 alle aste, esattamente £26,000. Allevato dalla Yeguada de Milagro Sa è passato alle Tattersalls October Yearling Sale Book 3. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Da sottolineare che nella Chester Cup c'è stato un risultato a sorpresa con Mark Johnston che aveva in corsa il favorito Australian School (Teofilo), non piazzato, ma ha lanciato l'altro di scuderia Making Miracles (Pivotal) con il vecchio Franny Norton in sella a 16/1, con una bella lezione di monta. Al secondo è giunto Who Dares Wins (Jeremy), fratellastro dell'italiano Saint Bernard (Three Valleys) vincitore di Pattern in Italia e pluridecorato, con al terzo Whiskey Sour (Jeremy) ed Andrea Atzeni per Willy Mullins. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui