STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 10 aprile 2017

Francia ed Irlanda: Cloth Of Stars si conferma nell'Harcourt. Fas verso Ascot, Gold Luck sulle orme di Goldikova..

In Francia si è corso di domenica ma gli appuntamenti interessanti in chiave Classica ci saranno nella giornata di lunedì con Imprucence e Djebel in programma per maschi e femmine. Ma tra gli anziani sicuramente nella stagione chiederemo sempre di più a uno come Cloth Of Stars (Sea The Stars) che dopo l'impressionante performance nell'Exbury G3 ha vinto con del buono in mano anche il Prix d’Harcourt G2 (VIDEO) andando a prendere Robin Of Navan, con Cristian Demuro a bordo, e tutti quelli che lo avevano agganciato prima. Delle sue gesta abbiamo raccontato qualche post fa: Cavallo sempre molto stimato, ha di fatto fallito lo step da campione a 3 anni piazzandosi "solo" nel Grand Prix de Paris G1, ma vincendo a livello di G3 nelle varie preparazioni. Cloth Of Stars, allenato da Andre Fabre, è parso un altro animale in questa stagione ed il prossimo obiettivo potrebbe essere quello del Prix Ganay G1 Saint-Cloud, su un tracciato che Cloth ama abbastanza. Contro avrà ancora Mekhtaal (Sea The Stars).
Nel Vanteaux G3 (VIDEO) per femmine di 3 anni sui 2000 metri, seconda vittoria in carriera in 3 uscite per Gold Luck (Redoute's Choice), la sorellastra della campionessa Goldikova, che ha avuto la meglio di Monroe Bay (Makfi) ed Hebah (Sea The Stars). Ci sono aspettative Classiche, ovvio, per una cavalla che ha un pedigree davvero notevole. 
Molto velocemente diciamo anche che nel Prix la Force G3, test per i 3 anni francesi in ottica Derby, ha vinto il grigio Graphite (Shamardal) che ha battuto il compagno di scuderia, sempre di Fabre, Franz Schubert (Dansili).  Il vincitore ha iscrizioni alle Poule d’Essai de Poulains, Prix du Jockey Club e Grand Prix de Paris. Allevato dall'Haras de Saint Pair, fa parte di una famiglia sviluppata da Lagardere.
Nel Prix Sigy (VIDEO) abbiamo avuto una conferma di quanto visto qualche tempo fa: Un velocista con i fiocchi che risponde al nome di Fas (Fastnet Rock) ha vinto ancora in G3 replicando alla vittoria in Listed. Si tratta di un 3 anni progressivo allenato da Pia Brandt, e che ora punterà deciso alla Commonwealth Cup G1 al Royal Ascot. Le doti ce le ha tutte! Del resto è un homebred di Zalim Bifov di una famiglia di velocisti: La mamma Sotka (Dutch Art) è sorellastra del dragster Sole Power (Kyllachy) e basta questo per capire il resto. 
A Naas, in Irlanda, 2 sconfitte per Coolmore. Ma siamo ancora ad inizio stagione, può succedere. Nelle Gladness Stakes G3 tutti a guardare la triplice vincitrice di G1 Alice Springs (Galileo), ma la vittoria è andata a Diamond Fields (Fastnet Rock) per Fozzy Stack, figlio di Tommy, alla prima vittoria in pattern. La 4 anni proveniva da una campagna americana, e non è escluso torni li.
Nelle Alleged Stakes G3 c'era il rientro di Us Army Ranger (Galileo), secondo di Derby inglese ed al rientro stagionale dopo l'8° posto nelle Champion inglesi, ma il grigio ha perso da Air Pilot (Zamindar), 8 anni, per Ralph Beckett. Secondo è giunto Success Days (Jeremy). 
Dermot Weld ha lanciato anche un paio di cavallini interessanti. In una maiden sui 2000 metri, a 9/1 ha colpito Tocco D'Amore (Raven's Pass) con Pat Smullen in sella. Si tratta di una vittoria impressionante per una femmina contro i maschi, per una cavalla del Moyglare pagata €2 milioni alle Goffs Orby sale del 2015. Ora l'obiettivo sono i trials per le Oaks. IL VIDEO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui