STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 23 aprile 2017

San Siro: #Plusquemavie un proiettile sul Certosa! Mac Mahon procede da imbattuto nel Filiberto, a Voice l'Ambrosiano

Per questo weekend il testimone ideale della tecnica è passato a Milano, che ha ospitato la prima Pattern della stagione nell'Ambrosiano G3. Oddio, non è che sia stata spettacolare con 5 cavalli di cui 4 provenienti da Cenaia ed 1 solo di un'altra scuderia, peraltro fuori categoria. Non è colpa dei diretti interessati, ovvio, ma è lo specchio limpido dello stato di salute del nostro paese ippicamente parlando. Una sola superpotenza, e gli altri senza abbastanza munizioni per difendersi.
Infatti, parliamo di altro prima dell'Ambrosiano stesso. Si, perchè nel Certosa Lr sui 1000 metri, abbiamo assistito all'ennesimo sparo prodotto da un incredibile Plusquemavie (Kheleyf), attualmente lo sprinter più forte in circolazione in Italia. La sua storia è simile a quella di Sole Power in Inghilterra, con i dovuti distinguo. Il suo primo sigillo ad alto livello è arrivato a 100/1 nell'Aloisi del 2015, e poi nel 2016 ha vinto l'altra prova massima per gli sprinter in Italia, cioè il Tudini di Maggio 2016, ma in generale non si è mai fermato partendo da categorie di minima. Nel 2017, a 6 anni, dopo un rientro con il botto a Roma infilzando Lohit, a Milano ha siglato il Certosa in modalità ancora più prepotenti del solito con in sella un GP Fois accademico nell'attendere il momento giusto per piazzare la stoccata al largo di tutti e battere Trust You (Kheleyf) e Val Nanda (Fast Company), la quale inspiegabilmente ha preferito correre sui 1000 di Milano contro i maschi anzichè correre da protagonista il Carlo Chiesa della settimana scorsa a Roma. Comunque la cosa impressionante è come Plusquemavie tenga benissimo parziali infuocati, e quando viene chiamato esplode letteralmente con una azione dirompente. Basta guardare il video per capire di che parliamo. Il tempo finale è stato di 0.59.1. Plusquemavie tenterà ancora una volta il Tudini G3 del 21 Maggio, già vinto lo scorso anno. IL VIDEO DEL PREMIO CERTOSA QUI.
Comunque, tornando al vincitore, la sua storia è quasi epica. Già nelle scuderie di Vincenzo Fazio sin da puledro, ha cambiato proprietà per pochi euro proprio in prossimità dell'Aloisi 2015. Poi la continua ed esponenziale crescita proprio grazie al trainer siciliano, sempre più specializzato sul tema della velocità. Il figlio di Kheleyf (Green Desert) attualmente vanta 14 vittorie in 31 uscite, con somme vinte per oltre €130,000. 
In ottica Classica, c'è stato il Filiberto Lr vinto ancora da Mac Mahon (Ramonti) che si presenterà al Derby G2 del 21 Maggio con lo status di imbattuto in 3 uscite. Il figlio di Ramonti (Martino Alonso) dei Dioscuri, con in sella Dario Vargiu, ha atteso a centro gruppo il momento giusto per attaccare Holy Water (Falco) andato in avanti a scandire parziali. I due hanno ingaggiato bel duello testa a testa, con in mezzo anche Flight to Dubai (Dubai Millennium) coriaceo a ritagliarsi uno spazio tra i due, ma con la zampata finale arrivata da quello all'esterno che nonostante 3 vittorie in altrettante uscite, è ancora abbastanza immaturo. Ma manca meno di un mese al Derby, gli conviene svegliarsi. Intanto, è imbattuto. Quanto a Holy Water, sembrava dovesse essere una pedina da Parioli, ma da Cenaia filtra come lo si faccia un cavallo da distanza. La verità forse sta nel mezzo: Cavallo da 1800 metri, che per come corre avrebbe potenzialità per fare bene sui 1600 di Roma. Vedremo cosa accadrà, ma difficile corra il Parioli fra una settimana. Sta di fatto, che questi se la vedranno nel Nastro Azzurro. IL VIDEO DEL PREMIO FILIBERTO QUI.
Ed ora siamo all'Ambrosiano: All'atto pratico è stato un trial di Cenaia realizzato pubblicamente. Ha vinto Voice Of Love (Poet's Voice), con in sella Dario Vargiu, che ha scandito i parziali pressato da Fico Senza Spine il quale poi, una volta eclissatosi, ha lasciato spazio al finale di Circus Couture (Intikhab), Basileus (Dream Ahead) e Freedom Beel (Pour Moi) poi finiti nell'ordine. Questi, probabilmente, si ritroveranno nel Premio Presidente della Repubblica il 14 Maggio a Capannelle sui 1800 metri. Capiremo se allora saranno cambiate le gerarchie. IL VIDEO DELL'AMBROSIANO QUI. In apertura di pomeriggio a San Siro, la condizionata per femmine di 3 anni è stata vinta da Movees (Cape Cross) che dopo la vittoria al debutto era incappata in un secondo posto a Milano sul miglio, prima di vincere di 8 con Gabriele Cannarella a bordo per la Rencati, in una delle tante preparazioni alle Oaks. TUTTI I RISULTATI DI MILANO CLICCANDO QUI.
Intanto allacciate le cinture: Domenica prossima a Capannelle ci saranno le Classiche con un programma generale fatto di belle corse: Parioli e Regina Elena su tutti. Poi il Botticelli, la prova generale in vista del Derby, poi il Signorino Lr in ottica Repubblica. A margine, ma neanche troppo, ci sono il Coccia per femmine in odore di Oaks e poi Tolouse Lautrec e Marguerite Vernaut, le tradizionali debuttanti per i 2 anni dalle quali di solito escono buoni calibri. In settimana un piccolo summit, solo su Mondoturf. State con noi!

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui