STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 4 giugno 2017

Francia: #Brametot e Cristian Demuro all'ultimo tuffo nel Prix du Jockey Club. #Plusquemavie ottimo terzo nel Gros Chene

Che fatica! Ma alla fine tutto bene quel che finisce bene. Chiaramente parliamo con il cappellino da italiani e celebriamo un'altra vittoria del "sorcio", alias di Cristian Demuro, che ha risolto in sella a Brametot (Rajsaman) un Prix du Jockey Club G1 diventato difficile da vincere secondo l'opinione di quanti abbiano visto la corsa in diretta. Il cavallo di Jean Claude Rouget ad un certo punto sembrava fritto, ma in realtà aveva ancora benza del serbatoio e quando il suo interprete ha spinto il pulsante, questo dal largo di tutti si è reso protagonista di una brusca accelerazione per andare a riprendere Waldgeist (Galileo), finito con lui in lotta al centro della pista con in sella Pierre Charles Boudot, mentre Recoletos (Whipper) si impegnava a mantenere la posizione, accaparrandosi il terzo con il quarto all'interno Taj Mahal (Galileo). Come detto, nulla è stato però facile per Brametot che con l'1 di steccato si è ritrovato presto ultimo con un muro di cavalli davanti, ma utili a lui per consentirgli di rilassarsi senza tirare troppo. Tutto questo fino all'ingresso in retta quando Cristian Demuro ha cominciato la sua lunga progressione venendo all'esterno di tutti, dando quasi l'impressione di avere un passaggio a vuoto, ma dimostrando invece di avere energia da vendere finendo sugli altri un pò a corto di forze. 
Con questa vittoria Cristian Demuro, entrato già nell'olimpo dei più grandi, ha realizzato un doppio storico Poule d'Essai des Poulains - Prix du Jockey Club sinora riuscito solo a Shamardal e a suo figlio Lope De Vega.
Paddy Power ha reagito installando Brametot nell'antepost del Qatar Prix de l'Arc de Triomphe a 10/1 rispetto al 16/1 prima della corsa. Per Brametot, portacolori dell'Al Shaqab dopo una trattativa finalizzata prima delle Poule, era la sesta vittoria in 7 corse disputate da cavallo progressivo. Questa vittoria gli è valsa un 117 di RPR, un punto sotto al 118 ottenuto a Deauville nella prima Classica della stagione. Brametot è un figlio della prima annata da stallone del fascinoso Rajsaman (Linamix), che funziona all'Haras De La Cauviniere per €8,000, e corrisponde ad un altro esempio del modo di acquistare di Sylvain Vidal che l'ha pescato da foal per €26,000. La famiglia femminile dovrebbe garantire tenuta: La mamma è Morning Light (Law Society) della famiglia di Monsun (Konigsstuhl). IL VIDEO DEL PRIX DU JOCKEY CLUB QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Per Cristian sono ora 8 le vittorie a livello di G1 in carriera, mentre in Francia nella sua nuova patria (che rabbia!).
Quanto ai battuti: C'è da dire, a questo punto, che avevamo sottovalutato la chance di Waldgeist che per poco non fulmina tutti. Gli obiettivi del portacolori del Gestut Ammerland allenato da Andre Fabre, una riprova nell'Irish Derby del 1 Luglio, oppure il Grand Prix de Paris il 14 Luglio. 
Ma gli italiani non hanno vissuto solo la soddisfazione di Cristian Demuro in giornata, ma va celebrato anche il coraggio, l'animo mercuriano, e la spavalderia di Vincenzo Fazio che è andato a correre il Prix du Gros-Chene G3 con Plusquemavie (Kheleyf) raggiungendo un terzo posto che fa enorme status, dopo il quarto ottenuto nel Tudini G3 due settimane fa a Capannelle. Dopo essere partito lento da una gabbia esterna, Cristian lo ha messo tranquillo nelle retrovie prima di cominciare una lunghissima progressione esterna per andare a pizzicare il terzo in foto battendo Largent Du Bonheur (Kendargent). Plusquemavie è arrivato terzo ad una lunghezza e mezza dal secondo Finsbury Square (Siyouni), a sua volta secondo dietro a Muthmir (Invincible Spirit) per Willy Haggas, con Jim Crowley in sella. IL VIDEO DEL PRIX DU GROS CHENE QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui