STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 21 giugno 2017

#RoyalAscot, day 2: Mastodontico Highland Reel, vince anche a 2000 metri delle Prince Of Wales's Stakes!

Prima di tutto qualcosa relativa al day 1, in particolare sulla defaillance di Churchill (Galileo) nelle St James Palace's Stakes g1 che potrebbe avere un motivo nascosto. Aidan O'Brien, parlando ai quotidiani irlandesi, ha dichiarato che sembrava fosse tutto ok almeno fisicamente ma il cavallo ieri dopo la corsa ha lasciato la biada, cosa a lui non consueta. Si seguiranno gli sviluppi nei prossimi giorni e l'obiettivo dichiarato è ancora quello delle Sussex Stakes G1. Ed ora il day 2. 
Prince Of Wales's Stakes (Group 1) (British Champions Series): Un cavallo veramente con le palle. Il Coolmore ha dovuto aggrapparsi con le unghie e con i denti a quel vecchio leone che risponde al nome di Highland Reel (Galileo) consentendo al gruppo irlandese di piazzare la prima bandierina per Aidan O'Brien al Royal Ascot che ha usato parole di elogio e meglio non potrebbero descrivere questa affermazione: "What can I say? Unbelievable. Highland Reel has pace, courage, tactical speed - he's an amazing horse.". Appunto. Highland Reel, seppure sudatissimo come sempre, ha risolto una corsa non semplicissima con Ryan Moore facendosi stare bene anche i 2000 metri sul duro filtrando all'interno, come se non volesse proprio saperne di perdere, di Decorated Knight (Galileo), altro che ha fatto un corsone, ed Ulysses (Galileo) che si era presentato benissimo salvo poi subire la ripartenza dei primi 2. Tre figli di Galileo (Sadler's Wells) ai primi 3 gradini del podio. Coolmore batte un colpo, dunque. Il tempo finale è stato di 2m 5.04s (slow by 0.74s). Highland Reel, al 6° G1 in carriera, a 5 anni, sembra ancora più forte che a 3 e 4 anni. Già dimenticata la sconfitta subita a Meydan quando l'alfiere di O'Brien prese 12 lunghezze da Jack Hobbs (Halling), ricacciato sul duro indietro in una prestazione negativa. Per il Godolphin un ultimo posto..
Per il vecchio giramondo di  Derrick Smith & Mrs John Magnier & Michael Tabor è la 9° vittoria in 23 uscite, con 7 piazzamenti. Dopo la Coronation Cup G1 di Epsom, ecco le Prince Of Wales's Stakes su una distanza che non gli è consueta (anche se a 3 anni vinse le Secretariat Stakes G1 in America). Con questa vittoria Highland Reel è arrivato a vincere sul palo la cifra di £5,974,719, in terza posizione rispetto ai £6,179,490 di Cirrus Des Aigles ed i £6,002,918 di Treve. Il record europeo è ad un passo. IL VIDEO DELLE PRINCE OF WALES'S STAKES QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Allevato dalla Hveger Syndicate ed acquistato a Tattersalls, è fratello pieno di Idaho. La mamma è Hveger (Danehill), seconda nelle Oaks Australiane G2, e nelle Schweppes Oaks G2 sorella piena del campione e stallone Elvstroem, ora funzionante all'Haras du Petit Tellier. La famiglia è la stessa del campione e stallone Haradasun (Fusaichi Pegasus), dell'altra famiglia di un campione in corsa, meno in razza ma comunque con prodotti ancora completamente da valutare, Starspangledbanner (Choisir).
Jersey Stakes (Group 3). In apertura di pomeriggio le tradizionali Jersey Stakes G3 sui 1400 metri in pista dritta, dove abbiamo assistito alla vittoria francese di Le Brivido (Siyouni) per Andre Fabre (9° vincitore per il Maestro al Royal Ascot) con in sella Pierre-Charles Boudot. Il 3 anni del Prince Faisal Bin Khaled, secondo nelle Poule maschili di Brametot, ha battuto in lotta il "longshot" Spirit Of Valor (War Front) con Donnacha O'Brien e Mubtasim (Arcano), due sorprese. In particolare è stata una bella vittoria in spinta per il jockey francese che dal centro della pista, vedendo che il suo stava perdendo riferimenti, ha cercato l'avversario per ripartire di slancio. 
Le Brivido, da favorito, ha vinto ed ora punterà al Jacques Le Marois G1 contro gli anziani, in un probabile scontro con Ribchester. Tornare in Inghilterra, a questo punto, è difficile. Comunque il figlio di Siyouni (Pivotal) e La Bugatty (Dr Fong) arriva tranquillamente al miglio. Il tempo finale è stato di 1m 25.05s (fast by 0.65s). Le Brivido è passato di mano da yearling per €42,000 e poi passato ancora alle aste Arqana al Breeze Up per €105,000 dalla Voute Sales per conto del Principe Faisal. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO QUI.
Queen Mary Stakes (Group 2) (Fillies): Qui Wesley Ward non è riuscito a vincere con la favorita Happy Like A Fool (Distorted Humor), fin sotto la pari, perchè non è partita in maniera adeguata e perchè ha trovato una come Heartache (Kyllachy), a 6/1, sulla sua strada che le ha tolto la testa e lo spunto, anticipando nel momento giusto. In sella Adamo Kirby (che non vinceva una corsa da 2 settimane) per conto di Clive Cox, specializzato con i velocisti, ed in questo caso con una figlia di Kyllachy (Pivotal) e mamma da Compton Place. Al terzo è finita Out Of The Flames (Showcasing), non male, mentre quarta la Joseph O'Brien Now You're Talking (Zoffany), con in sella Donnacha. Ma la vincitrice aveva impressionato a Bath al debutto di fine Maggio, con 6 lunghezze rifilate al secondo arrivato Fas nell'occasione. Heartache è di proprietà del sindacato The Hot To Trot Syndicate, è stata allevata dal Whitsbury Manor Stud ed acquistata privatamente. Velocità pura, sembra con i metri contati. Il tempo finale è stato di 59.63s (slow by 0.63s). Quanto ad Happy Like A Fool, dopo un buon debutto a Keeneland, si ipotizza possa tornare in America con un programma in sabbia. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Duke Of Cambridge Stakes (Group 2): Questa se l'è un pò ballata Mickael Barzalona. A vincere è stata la Al Shaqab Qemah (Danehill Dancer) per Jean Claude Rouget, tornata sul luogo del delitto dopo l'affermazione nelle Coronation Stakes G1 e rientrata con un secondo posto con molte recriminaazioni, che è stata montata in maniera pulita da Gregory Benoist. Seconda è arrivata Aljazzi (Shamardal), per Marco Botti a cui vanno i nostri complimenti, con ancora un ispirato Adamo Kirby on board, mentre meno ispirato il fantino francese sulla Godolphin Usherette (Shamardal) che da una posizione impossibile ha tentato una rimonta, vana, che le ha consentito di prendere solamente un terzo posto ma filtrando bene lungo lo steccato delle tribune. A monta pulita, forse parleremmo della sua vittoria. Nulla da togliere a Qemah, la favorita, che ha seguito la scia della sudafricana Smart Call (Ideal World), e l'ha sopravanzata nettamente quando le è stato chiesto qualcosa di più. 
Qemah lo scorso anno aveva vinto il Prix de la Grotte G3 in preparazione alle Poule, dove trovò sulla sua strada una come La Cressonniere. Si rifece nelle Coronation Stakes G1, vinse anche il Rothschild G1 e poi ha chiuso la stagione in Settembre arrivando terza nelle Matron Stakes G1 di Alice Springs. Al rientro a Lingfield, su distanza corta e con vicissitudini tattiche non favorevoli, ha perso da Mix And Mingle strabattuta in questa occasione. Il tempo finale è stato di 1m 38.34s (fast by 0.26s). IL VIDEO DELLE DUKE OF CAMBRIDGE QUI. IL RISULTATO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui