STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 18 luglio 2017

Europa news, sponsorizzate dal Centro Equino Arcadia. Ecco i programmi delle prossime 2 settimane di galoppo..

Ed ora qualche notizia veloce sparsa, qua e la, sponsorizzata dal Centro Equino Arcadia
In particolare il weekend che ci apprestiamo a vivere è quello del 23 Luglio, in pratica quello del Prix Robert Papin G2 da Maisons Laffitte dove potrebbe partecipare Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits), il vincitore del Primi Passi G3. Chissà che Bruno Grizzetti, dopo le brutte prestazioni degli italiani all'estero, non ci abbia ripensato.. Ma solo da domani ne sapremo qualcosa di più su viaggio e logistica.
Sul fronte europeo sono stati annunciati i programmi di alcuni dei cavalli più in vista. Facciamo un pò d'ordine, prima. Allora domenica c'è il Papin, poi il 29 ci sono le King George VI, il 30 il Prix Rothschild G1 da Deauville. Il 1° Agosto comincia il meeting del Glorious Goodwood, con il culmine nelle Sussex Stakes G1 il 2. 
Nelle ultime ore il Coolmore ha diramato i programmi dei suoi. In particolare Churchill (Galileo), deludente nelle St James di Ascot con il quarto posto, tornerà in ballo proprio ad inizio Agosto per il duel on the downs nelle Sussex Stakes G1 dotate di £1 milione. Il 3 anni di Aidan O'Brien sta bene, sembra abbia recuperato dalla giornata no, ed affronterà tra gli altri il 4 anni Ribchester (Iffraaj), vincitore delle Queen Anne G1. Si profila un altro match tra Coolmore e Godolphin. 
Quanto a Caravaggio (Scat Daddy), anche lui deludente nella July Cup G1 dove è incappato in una serie di tatticismi e condizioni sfavorevoli pur correndo bene, virerà sulle piste "flat" francesi, e come prossimo obiettivo ha annunciato che correrà il Prix Maurice De Gheest G1 di Deauville sui 1300 metri. Poi, in caso di esito positivo, andrà in Australia per correre la The Everest G1, la corsa più ricca d'australia sui 1200 metri dotata di $10 milioni, che si terrà al Royal Randwick il 14 Ottobre prossimo. 
Altre news riguardano la campionessa Winter (Galileo), vincitrice di 1000 Ghinee inglesi ed irlandesi a cui ha aggiunto il colpo nelle Coronation Stakes. Al momento è forse la 3 anni più forte in Europa. Forse insieme ad Enable (Nathaniel), per la quale i programmi verranno annunciati a breve, e Brametot (Rajsaman), vincitore del doppio Classico in Francia, ed in corsa per l'Arc de Triomphe come annunciato da Jean Claude Rouget il quale ha precisato che potrebbe optare per le Irish Champion Stakes G1 di Leopardstown e poi alle Champion Stakes inglesi, un pò come fece Almanzor (Wootton Basset). A proposito di quest'ultimo, da precisare che il campione sarebbe dovuto rientrare nelle Juddmonte International Stakes G1 dopo che un virus temibilissimo ha messo ko la scuderia del trainer francese lo scorso anno. Bene, Almanzor sta lavorando ma non ha ancora convinto in pieno Rouget, e dunque sembra rinviato il suo rientro. Magari per appuntamenti più soft in patria. Anche su questo fronte vi teniamo aggiornati. 
Chiudiamo la suite di brevi news annunciando che Frankie Dettori, tornato a vincere a livello Classico sabato al Curragh con Enable, non ha effettivamente pienamente recuperato dall'infortunio alla spalla. Infatti, in uno statement diffuso via social, ha spiegato come abbia vinto superando la soglia del dolore. Non è ancora al 100%, ma siccome tiene tantissimo al Glorious Goodwood, osserverà qualche giorno di riposo prima di gettarsi a capofitto in uno dei più bei convegni estivi in Inghilterra.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui