STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 18 luglio 2017

Dichiarare il paraocchi australiano, o cheek pieces, diventa obbligatorio anche in Italia

Finalmente una decisione attesa, inseguita, ed ottenuta. Da oggi in poi il Cheek Pieces, o cosiddetto paraocchi australiano, figurerà ufficialmente nei programmi di corse sotto la voce dedicata. Fino ad oggi non era considerato fondamentale scriverlo, ma i tempi cambiano e i nostri regolamenti sono rimasti vecchi mentre l'ippica velocemente, all'estero, evolveva. Il paraocchi australiano è ritenuto fondamentale da molti allenatori, lo scorso anno ne avevamo disquisito abbondantemente con Stefano Botti, uno dei primi utilizzatori massicci di questo accorgimento, che ne ha descritto le potenzialità per far concentrare i cavalli senza dover per forza ricorrere al paraocchi normale. Da oggi, come anticipato nei giorni scorsi, è arrivata anche la disposizione da parte del Ministero. Alleluia.
A breve il documento completo dal sito del Ministero delle Politiche Agricole.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui