STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 7 luglio 2017

First crop sires: Primo vincitore per Al Kazeem. Storia di un cavallo più volte resuscitato in corsa ed in razza

In tema di first crop sires, l'ultimo ad avere il primo rappresentante vincitore è uno stallone che ha una storia tutta particolare. Si tratta di Al Kazeem (Dubawi) entrato nel marcatore grazie all'interessante Golden Spell, una femmina, che dopo il discreto debutto a Cork lo scorso mese, alla seconda uscita in carriera ha vinto bene a Bellewstown andando a riprendere il battistrada agganciandolo con ampie folate, in una prova sui 1000 metri. 
Allevata dalla The Cross Pattee Partnership, ha corso per i colori della Qatar Racing Limited. Golden Spell è il primo prodotto della fattrice Cross Pattee (Oasis Dream), della famiglia di Bronze Cannon (Lemon Drop Kid), Across The Stars (Sea The Stars). 
Al Kazeem, un homebred di John Deer e residente attualmente come stallone presso l'Oakgrove Stud, ha avuto una carriera  non fortunatissima nella quale però si è tolto lo stesso grandi soddisfazioni risorgendo ogni volta dalle sue ceneri. Ha vinto a 2 anni una corsa normale, poi a 3 ha vinto le Great Voltigeur Stakes assestandosi a livello di G3 nella stagione con altre 2 vittorie. A 4, nella sua unica corsa disputata, ha vinto le Jockey Club Stakes G2, poi un infortunio grave all'anca lo ha messo fuorigioco per molto tempo. Tornato a 5 anni ha vinto di rabbia la Tattersalls Gold Cup G1, le Prince of Wales’s Stakes G1 e le Eclipse Stakes G1, edizioni davvero epiche, affermandosi come campione autentico tanto da attrarre i Royal Studs dove ha cominciato da stallone ma rivelandosi un flop, quasi disinteressato dell'altro sesso, con solo 23 nati al suo score. Una volta espletata l'assicurazione è tornato dal suo allevatore che l'ha riconsegnato a Roger Charlton e, a 6 anni, tornando dopo la stagione in razza, ha vinto le Winter Hill Stakes G3 e si è piazzato secondo nelle Champion Stakes G1. A 7 anni ha corso 3 volte ottenendo piazzamenti nella Tattersalls Gold Cup G1 e nel Prix d’Harcourt G2. In generale ha vinto 4 G1, i suoi pochi figli alle aste sono stati ben accolti. Il suo tasso di monta nel 2014 era di £18,000 presso i Royal Studs, mentre dal 2016 è di nuovo in razza presso l'Oak Groove Stud ad un tasso di £12,000. Sembra che stia funzionando con discreti risultati. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui