Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

domenica, marzo 15, 2020

Geografia del Coronavirus: La situazione dell'ippica in Europa e nel mondo. In Francia si chiude..ma si corre

Anche le corse francesi vanno verso la sospensione. Domenica si corre.
Alle 20,00 di sabato sera discorso a reti unificate per il Primo Ministro francese Èdouard Philippe. Il tutto è avvenuto il giorno dopo il discorso del presidente Emmanuel Macron, che annunciava la chiusura delle sole scuole a partire da lunedì 16 marzo, e con la Francia dunque tornata sui suoi passi annunciando un blocco del commercio per arginare l’emergenza coronavirus.
A partire dalla mezzanotte, infatti, come annunciato dal primo ministro in diretta sulle tv nazionali, saranno chiusi bar, ristoranti, discoteche, cinema e tutti quei locali “non indispensabili” per la vita dei cittadini.
In Francia, dunque, ci si dovrà comportare esattamente come accade in Italia da ormai diversi giorni: evitare gli spostamenti non necessari, limitare in ogni modo i contatti con gli altri. 
Al momento però nessuna misura che riguardi l'ippica che continuerà a correre ma a porte chiuse come le disposizioni della settimana scorsa. Dunque si correrà a Saint Cloud domenica (ne abbiamo parlato QUI), ma non è escluso che da lunedì sia tutto fermo anche in questo ambito. 
Èdouard ha sottolineato che la decisione, "grave", è stata presa d'accordo con il presidente della Repubblica Emmanuel Macron e con il comitato di scienziati visto che gli inviti a limitare gli spostamenti "non sono stati adeguatamente osservati" dai francesi. Philippe ha parlato di un "forte aumento dei contagi e dei ricoveri in rianimazione". 
Ha infine confermato il regolare svolgimento del primo turno delle elezioni amministrative previste per domani (pare sia stato questo il motivo del ritardo, cercare di salvare le elezioni); non si è però sbilanciato in merito al ballottaggio, fissato per il 22 marzo. 4.500 contagi, 91 morti: 839 casi in più in 24 ore I contagi in Francia hanno raggiunto nelle ultime 24 ore quota 4.500, con un aumento di 839 casi in 24 ore. Lo ha annunciato il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon. I decessi sono aumentati di 12, e sono arrivati a quota 91. Salomon ha parlato di "epidemia ormai diffusa su tutto il territorio". 
Sempre in ambito ippico, mentre in Inghilterra si è preferita la strada dell'immunità di gregge (ma a Boris Johnson andrebbe ricordato che gli essere umani non sono ovini), in Irlanda e Germania hanno preso misure di contenimento stoppando per ora gli spettatori negli ippodromi. In Germania, nella fattispecie, aumento di casi fino a 3600 stando a ieri mattina, e dunque convegni annullati a Colonia e Krefeld.
Per il momento corse sospese anche in Belgio, Spagna, Olanda, Danimarca e Norvegia. In America ormai porte chiuse in ogni ippodromo e annullati il breeze up Fasig Tipton dell'1 Aprile a Gulfstream Park e quella del 7 Aprile a Keeneland.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata