Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, marzo 28, 2020

Inghilterra: La British Horseracing Authority annuncia un piano finanziario. A casa 200 dei 260 dipendenti..

Nella foto lo stemma BHA.
La British Horseracing Authority (BHA) ha annunciato ieri un piano finanziario di emergenza volto a ridurre i costi per l'industria fino a £ 1 milione al mese mentre è in corso e continua imperterrita l'epidemia COVID-19.
Il piano, concordato dal Board BHA, vedrà quasi l'80% del personale del BHA che ha dovuto rallentare secondo il Government’s Coronavirus Job Retention Scheme. 
Si sta lavorando e si stanno esaminando tutti gli scenari per la prima ripresa possibile delle corse, pur supportando l'industria durante la crisi.
Il piano finanziario prevede l'arresto e la riduzione del lavoro per oltre 200 dei 260 dipendenti del BHA, così come per i salari per tutto il personale BHA, compresi quelli che non stanno lavorando. La riduzione della normale attività di supporto e l'amministrazione delle corse vedrà anche una riduzione dei costi, in particolare poiché la maggior parte dei progetti in corso è stata sospesa. Inoltre, come annunciato all'inizio di questa settimana, tutte le quote di iscrizione sono state rimborsate e altre tasse ai partecipanti sono state eliminate dove possibile.
La presidente BHA, Annamarie Phelps, ha commentato ieri: “Il nostro Board ha preso in considerazione una serie di opzioni su come mantenere al massimo un team appropriato che ci consentirebbe di svolgere il nostro ruolo in risposta alle crisi del settore. Ciò include l'urgente lavoro finanziario che stanno facendo a fianco dei colleghi del settore, impegnandosi efficacemente con Governo e assicurandosi di avere il piano e il diritto a giuste risorse in atto, per ricominciare a correre quando possiamo. In particolare, mentre l'attuale sospensione è prevista per la fine di aprile e lo garantiremo, se le corse saranno pronte per riprendere dal 1 ° maggio in poi, ci ragioneremo successivamente
"Il Consiglio [che comprende membri nominati dal ippodromi, proprietari e personale autorizzato a fianco amministratori indipendenti] è stato informato sull'impatto di questa crisi in tutto il settore e ne ha tenuto conto nel suo processo decisionale. Siamo stati unanimi nel concordare il pacchetto di opzioni era la strada giusta da seguire in questo momento. "Il mio messaggio è rivolto a tutto il nostro staff e sono incredibilmente orgoglioso del lavoro fatto per sostenere il settore. Sarà un colpo, lo so, per quelli che staranno a casa.  Vorremmo fare sempre del nostro meglio per lo sport che amiamo, dunque spero che sia utile questo momento per prendersi cura di se stessi e delle famiglie, per tornare a lavorare quando possibile. Grazie a quelli che stanno continuando a lavorare". 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata