Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

sabato, marzo 07, 2020

Allevamento: Addio a Fast Company. Il campione giovanile e promettente aveva 15 anni

Nella foto, Fast Company al Darley.
Nella giornata di venerdì è stato comunicato dal Darley il decesso del promettentissimo stallone Fast Company (Danehill Dancer e Sheezalady da Zafonic), morto a 15 anni a causa del peggiorare delle sue condizioni di salute in seguito ad un malanno grave. 
In corsa ha vinto Acomb Stakes G3 ed è stato secondo nelle Dewhurst Stakes G1, Fast Company fu acquistato prima da foal a 54,000gns e poi rivenduto ad un breeze up per la cifra di 140,000gns.
Fast Company ha cominciato a correre per i colori di Earle Mack ma poi vestì la casacca di Sheikh Mohammed bin Hamdan che lo acquistò privatamente, in una edizione molto buona con New Approach e Raven's Pass e Rio De La Plata tra i partecipanti. 
Non corse a 3 anni e cominciò la carriera al Rathasker Stud, e per 5 anni è stato li prima di muoversi nel 2016 all' Overbury Stud in un periodo in cui venne rappresentato da Jet Setting nelle Irish 1000 Guineas, e dunque fare ritorno in Irlanda al Kildangan Stud per conto Darley dove funzionava per €12,000. I figli di queste annate ben servito da fattrici dello Sceicco lo capiremo quest'anno e per il prossimo anno ancora. 
Ha prodotto anche il campione Cileno Robert Bruce, vincitore di Arlington Million, frutto delle sue esperienze in Sudamerica. TUTTA LA MIGLIORE PRODUZIONE DI FAST COMPANY CLICCANDO QUI.
Insomma, aveva il futuro davanti a se.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata