Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

venerdì, marzo 06, 2020

Coronavirus: Ecco le norme di accesso per gli ippodromi nelle giornate di corse e allenamento. Chi può entrare e chi no

La circolare del 5 Marzo
Questa mattina è giunta la Circolare prot. 16058 del 5 marzo 2020 (oggetto "Modalità tecniche di gestione nell'organizzazione delle corse ippiche a porte chiuse, in relazione all'emergenza epidemiologica da COVID-19), con la quale il Mipaaf ha appena reso note le misure attuative in tema di accesso e sicurezza negli ippodromi. 
In particolare si rendono note le disposizione per l'accesso all'ippodromo delle seguenti figure professionali: 
Nella giornata di corse possono avere accesso all'impianto ippico le seguenti figure professionali:3.2

Nella giornata di corse possono avere accesso all’impianto ippico le seguenti figure professionali:

a) Dipendenti della società di corse operanti negli ippodromi incluso il personale incaricato per lo svolgimento della specifica giornata di corse (per esempio: veterinario di servizio, medico di servizio, cameramen, maniscalco, addetti alla security, ecc.);

b) operatori ippici legati e collegabili ai cavalli partenti della giornata:
- allenatore o suo delegato;
- guidatori/fantini/amazzoni impegnati nella giornate di corse;
- personale di scuderia (non più di un artiere per ogni cavallo);
- gli autisti dei van per il trasporto dei cavalli;
- proprietario o proprietari del cavallo;

c) veterinari e funzionari di gara (componenti di giuria) incaricati dal MIPAAF;
d) operatori sanitari e veterinari professionisti;
e) Forze dell’Ordine;
f) operatori della stampa

Ed in più si rende noto chi potrà entrare nei centri di allenamento:
Nelle giornate di allenamento possono avere accesso all’impianto ippico le seguenti  figure professionali
g) Dipendenti della società di corse operanti negli ippodromi incluso il personale incaricato per lo svolgimento della specifica giornata di corse (per esempio: veterinario di servizio, medico di servizio, cameramen, maniscalco, addetti alla security, ecc.); 
h) un solo proprietario dell’equide; 
i) operatori ippici legati e collegabili ai cavalli in allenamento: 
- allenatore o suo delegato
- guidatori/fantini/amazzoni impegnati nell’allenamento; personale di scuderia;
gli autisti dei van per il trasporto dei cavall 
- operatori sanitari e veterinari professionisti; Forze dell’Ordine. 

E’ confermato il divieto di accesso all’ippodromo per
- il pubblico 
- gli operatori non individuati nell’elenco sopra indicato. 

Esercizi di ristorazione e bar all’interno dell’ippodromo 
Restano valide le disposizioni previste dall’articolo 2, comma 1 , lettera h) del DPCM 1 MARZO 2020, che recita: 
‘”h) lo svolgimento delle attività di ristorazione e bar a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno 1 metro”

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata