Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

domenica, marzo 08, 2020

Meydan: Barney Roy, Matterhorn e Wildman Jack le star del Super Saturday. Caduta per Wait Forever

Nella foto, un impressionante Barney Roy.
Il Super Saturday mai si poteva pensare sarebbe stato a porte chiuse ma per fortuna tutte le stars più attese erano dentro le porte, con il solito taccuino di Meydan riempito di racconti di prestazioni superbe e records infranti. Chissà proprio perchè a Meydan, poi. Ma tant'è, lo commentiamo. 
Il Jebel Hatta G1, la preparazione al Dubai Turf G1 fra tre settimane, ha visto il ritorno alla vittoria al massimo livello per Barney Roy (Excelebration), monumentale Godolphin che lo aveva già vinto nel 2017 ma dopo il ritiro ed il fallimento come stallone, ha ricominciato daccapo la sua carriera ricostruendosi dal basso. Piano piano, passo dopo passo, è tornato a vincere in G1 ma lo ha fatto in casa, con tutti i favori degli avversari malleabili, ma con uno stile impeccabile con in sella William Buick. Barney, che ora ha 6 anni, ha battuto gli altri 3 di casa Sheikh Mohammed come Spotify (Redoute's Choice), Magic Lily (New Approach) e Dream Castle (Frankel) ma facendo gli ultimi 400 in uno spaventoso 21.42s.
Da segnalare una brutta caduta per Wait Forever (Camelot), che ha galoppato addosso ad un avversario facendo capitolare in terra il suo interprete Andrea Atzeni. Per fortuna nessuna conseguenza per jockey e cavallo.
Nel Al Maktoum Challenge R3 Sponsored By Emirates Airline (Group 1) (Dirt), altra corsa principale della giornata e ultima chiamata verso la Dubai World Cup G1, affermazione netta anche per Matterhorn (Raven's Pass), ex di Mark Johnston ed ora allenato da Salem bin Ghadayer per i colori di Sheikh Hamdan bin Mohammed Al Maktoum, alla seconda in dirt, ha ben battuto Military Law (Dubawi) che aveva in sella Antonio Fresu. Mezzo fratello di Bangkok (Australia), non ha corso a 2 anni ma si è mostrato sempre progressivo. 
Da segnalare, in tema di prestazioni importanti, anche la vittoria di Loxley (New Approach) nel Dubai City of Gold G2 battendo il favorito Defoe (Dalakhani). Il 5 anni di Godolphin, a 2 ha tentato senza esito anche nel Racing Post Trophy G1. Ha vinto a 3 in G2 in Francia ed ha saltato completamente la stagione dei 4 anni ritrovandosi a 5 a Dubai. Vedremo dove arriverà.
Buonissima l'impressione destata invece da Wildman Jack (Goldencents) nel Nad Al Sheba Turf Sprint Sponsored By Arabian Adventures (Group 3) (Turf), interessantissimo americano sellato da Dough O'Neill che dopo una prima parentesi in USA ha sperimentato l'erba di Meydan ottenendo una prestazione spaventosa al secondo tentativo in loco. Sarà protagonista dell'Al Quoz Sprint. TUTTI I RISULTATI CLICCANDO QUI.




Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui

Ricerca personalizzata